Popi

Capri Leone: Belvedere a Radio DOC: «Il Rocca si salverà senza play-out!»

Popi

Nella mattinata di oggi, a Radio DOC durante il programma “Cu c’è c’è” condotto da Antonio Puglisi, Domenico Belvedere, dirigente dell’Usd Rocca di Capri Leone, compagine militante nel Girone A del campionato di Eccellenza, ha rilasciato un intervista in cui ha affrontato vari argomenti riguardanti i “leoni”.

Molti i passaggi interessanti, a partire dalla questione attacco, vero tallone d’achille dei biancazzurri in questo inizio di stagione: «Questo è un problema. Sappiamo di avere delle mancanze, anche numeriche, nel reparto avanzato e 4 gol in 6 partite sono effettivamente pochi. Avevamo sistemato un po’ le cose con l’arrivo di Di Cicco ma il ragazzo è dovuto rientrare a casa per motivi personali e ci siamo ritrovati un po’ spiazzati. Spero, comunque, sia solo un momento sfortunato. Sicuramente fino a dicembre dobbiamo andare avanti con quello che abbiamo, da lì in poi cercheremo di intervenire sul mercato, sempre in linea con le nostre possibilità».

Sulle ultime prestazioni dei ragazzi, Belvedere rimane comunque molto positivo: «Siamo partiti alla grande, raccogliendo onestamente anche più di quello che mi aspettavo e battendo anche squadre di livello superiore come Pro Favara e Marsala, poi qualcosa si è inceppato. Ho parlato con il mister dopo la bruttissima partita di San Giovanni Gemini, ci siamo confrontati e nemmeno lui era contento. I ragazzi, comunque, hanno già ripreso a lavorare a pieno ritmo e siamo fiduciosi per il prossimo incontro di campionato, che si giocherà al “Nuovo Comunale” di Rocca contro la Folgore Selinunte. Loro sono una squadra che gioca a calcio e lascia giocare, mi auguro di vedere una bella partita e di portare a casa un buon risultato. Dobbiamo però essere più tosti e più decisi in campo, serve più determinazione».

Il Rocca è l’unica messinese presente nel girone palermitano del torneo di Eccellenza siciliana. Questo sta gravando non poco sulle finanze del club biancazzurro, che sta compiendo enormi sforzi per vivere questa splendida avventura nel massimo campionato dilettantistico a livello regionale: «La possibilità di essere inseriti nel Girone A di Eccellenza era molto concreta, me lo aspettavo. Eravamo in ballottaggio con il Vittoria, ma il nostro peso politico è certamente minore rispetto al loro, quindi eccoci qui. Dal punto di vista tecnico, credo sia un girone più duro a livello agonistico e ci sono squadre, come il Serradifalco di Giacomo Tedesco, di caratura davvero importante. Per quel che concerne il lato economico, è un peso non indifferente da sopportare. Ci ha anche scombussolato i piani tecnici, abbiamo dovuto investire parte del budget dedicato al mercato in spese logistiche, non è assolutamente semplice. Col il calcio noi dirigenti non guadagniamo nulla, anzi. La squadra va avanti grazie agli sponsor e ai nostri sacrifici personali. Dalle casse comunali non arriva niente, visto il periodo di crisi, e gli incassi incidono in piccolissima parte sulle nostre finanze. Lo facciamo per passione, è bello coinvolgere le persone in un progetto che entusiasma un intero paese. Questo è ciò che ci spinge a continuare e fare enormi sacrifici, non solo economici ma anche personali e di tempo».

Ultimo argomento all’ordine del giorno, il “Nuovo Comunale”: «Tornare a casa è sempre bello. La struttura è completa in ogni dettaglio, il manto è in sintetico di ultima generazione ed è fantastico ammirare dall’esterno il terreno di gioco, così come è piacevole per i ragazzi allenarsi e giocare su questo campo. Ne approfitto per ringraziare l’Irritec e la famiglia Giuffrè, in particolare Mauro, perché se è vero che il campo era completo da qualche mese, è altrettanto vero che senza il loro intervento nell’ampliamento delle tribune gli sforzi dell’amministrazione sarebbero risultati vani».

Dopo sei turni di campionato, il Rocca di Capri Leone ha 10 punti in classifica, un bottino di tutto rispetto per una matricola. Domenica la gara delicata contro la Folgore Selinunte, ma Domenico Belvedere non ha timore, la squadra reagirà. Il dirigente si lascia scappare anche una piccola promessa ai tifosi «Il Rocca si salverà, senza passare dai play-out. I ragazzi ce la metteranno tutto e raggiungeremo questo traguardo, il nostro unico vero obbiettivo». E allora in bocca al lupo, “leoni”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close