fontana

S.Stefano C.: nuovo atto vandalico al distributore automatico di acqua potabile. Il comune sporge denuncia

fontana
Sono trascorsi appena due mesi da quando il comune di S. Stefano di Camastra ha provveduto all’installazione di distributori automatici di acqua potabile, attraverso i quali la cittadinanza può approvvigionarsi di acqua controllata e di buona qualità a prezzi accessibili.

Un’iniziativa, quest’ultima, mirante principalmente ad abbattere sensibilmente i costi annui relativi alla quotidiana necessità di rifornirsi di acqua potabile, oltre che consentire una notevole riduzione di contenitori di plastica che si disperdono nell’ambiente. Obiettivo quindi importante e non solo da un punto di vista economico ma anche e soprattutto di sensibilizzazione su quelle che sono le tematiche ambientalistiche. Ma, considerati gli ultimi eventi, sembra proprio che la sensibilizzazione ecologica e il rispetto per la natura debbano essere preceduti da altri principi fondamentali.

È infatti di qualche giorno  il terzo atto di vandalismo nei confronti della fontana di acqua ubicata in zona 118, motivo per cui l’Amministrazione comunale ha sporto denuncia alla locale stazione dei carabinieri in modo da far si che tali gesti abbiano la dovuta risposta.

Da ora in poi l’impianto verrà presidiato da un sistema di video sorveglianza e verranno applicate pesanti sanzioni nei confronti di coloro che danneggeranno il bene pubblico.

Di certo una presa di posizione non piacevole, quella che dovrà assumere il comune nei confronti dei propri cittadini, anche perchè, come viene sottolineato in un comunicato stampa, in un paese civile, l’amore del bene pubblico non si dovrebbe ottenere attraverso sanzioni ma con la presa di coscienza del fatto che i beni della comunità sono beni di ognuno di noi.

Così, al di là delle sanzioni strettamente giudiziarie, l’Amministrazione comunale constata con rammarico la recrudescenza di atteggiamenti contro il bene pubblico, proprietà dell’intera collettività, che nulla hanno a che vedere con il civile rispetto di ognuno per il prossimo. Danneggiando o distruggendo un bene pubblico- dichiara il Sindaco, Francesco Re- non si reca danno semplicemente alle cose, ma si oltraggiano le persone; si manca assolutamente di rispetto a tutti i cittadini che di quelle cose non possono più godere a causa dell’irresponsabilità e inciviltà di alcuni. 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close