Villa_Piccolo

Capo d’Orlando: Fondazione Piccolo, Carmelo Romeo rivendica il suo ruolo di presidente : “E’ stato un colpo di mano”

Villa_Piccolo

Nuove polemiche si abbattono sulla Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella. A seguito della presentazione del nuovo Presidente Giuseppe Benedetto, avvenuta sabato mattina, giunge forte la presa di posizione del Prof. Carmelo Romeo, presidente uscente. L’ex Presidente ha, infatti, divulgato una nota stampa in cui attacca duramente il Consiglio d’Amministrazione della Fondazione, definendo “un autentico colpo di mano” l’elezione dell’Avv. Benedetto e ribadendo di essere ancora “il  legittimo Presidente dell’Ente”:

“Alcuni organi di stampa e giornali on line locali riportano la notizia circa un presunto cambio al vertice della Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella. Nella mia qualità di legittimo Presidente dell’Ente tengo a precisare che il Consiglio di Amministrazione, da me presieduto, svoltosi in data 09 ottobre u.s., non ha deliberato né la sostituzione di due Consiglieri dimissionari né la nomina di un nuovo Presidente. Si deve all’iniziativa arbitraria, e illegittima degli altri due Consiglieri rimasti, non rappresentativi di una valida maggioranza, se sono stati verosimilmente assunti atti deliberativi di qualsivoglia natura irrituali ed illegittimi. Detti Consiglieri si sono resi responsabili di una palese e grave responsabilità agendo in violazione delle norme statutarie della Fondazione. Il loro operato non può che configurarsi come un autentico colpo di mano. Chi antepone le ragioni di un presunto potere in un contesto culturale e segue il metodo della prevaricazione per realizzare i propri disegni e fortune personali non difende le ragioni dell’Ente. Il comportamento dei due Consiglieri, che si sono posti al di là del dettato statutario della Fondazione, non è certo il riflesso del luogo in cui questa farsesca vicenda è avvenuta.

Villa Piccolo, Fondazione culturale e Ente Morale, non merita simili spettacoli, che incrinano la sua immagine; deve essere piuttosto difesa con altro spirto ed intendimenti. Stupisce, pertanto, che l’Avv. Giuseppe Benedetto, apprezzato per la sua competenza professionale e per i suoi incarichi pubblici, si sia fatto trascinare in una avventura dai contorni poco trasparenti.”

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close