SRR SantAgata 02

S. Agata M.llo: dalle ceneri dell’ Ato nasce la società e il consiglio direttivo della Srr Nebrodi

SRR SantAgata 02
Si chiama Srr Nebrodi e sarà  la nuova Società di Regolamentazione dei Rifiuti, che di fatto “prenderà il posto” dell’AtoMe1. Questo è stato stabilito dai 57 comuni della fascia tirrenica nebroidea della provincia di Messina dopo un lungo incontro  nella Sala dei Principi del Castello Gallego di S.Agata M.llo

 Cinque i sindaci, facenti parte del Consiglio d’Amministrazione votati durante la riunione: Salvo Messina con 33 preferenze e futuro presidente della Srr,, quello di Torrenova, Salvatore Castrovinci, il sindaco di Santo Stefano di Camastra Francesco Re,  Calogero Lo Re di Militello Rosmarino, e Giuseppe Patorniti di Santa Domenica Vittoria. ll comune di Sant’Agata Militello pur conservando la sede operativa non ha voluto ritagliarsi un posto di rilievo nel consiglio di amministrazione perché il sindaco Sottile, originariamente propostosi per una candidatura nel cda ha infatti ritirato la sua partecipazione alla corsa,  rompendo con la consuetudine degli anni passati per il comune nebroideo di essere stato sempre adeguatamente rappresentato nell’organo di governo della società.
Insieme a Sant’Agata, fuori dal cda anche Patti, altra grande sconfitta col blocco Aquino costretto a soccombere anche nell’individuazione della sede, e Capo d’Orlando, che però si era da subito chiamata fuori dai giochi con il proprio sindaco Sindoni che ha storicamente contestato la nascente società.
SRR SantAgata
Pungente la critica indirizzata al sindaco dal presidente Scurria che sul noto social network facebook scrive” Speriamo che l’isolamento politico dell’amministrazione comunale non penalizzi i cittadini santagatesi, i cui interessi sarebbero stati certamente più tutelati se il sindaco Sottile non fosse stato escluso dal CDA della nuova società. E’ un…a magra consolazione quella di avere ottenuto la sede operativa, in considerazione che i rappresentanti del comune di Sant’Agata non potranno incidere in alcun modo sulle scelte che saranno effettuate in tema di rifiuti”
Prontamente domenica è arrivata la risposta del Sindaco Sottile “Mi preme sottolineare– precisa in una nota stampa- che essere Sindaco del Comune di Sant’Agata M.llo mi impone principalmente la salvaguardia e la tutela dei miei Concittadini (e non certo la spasmodica ricerca di visibilità nelle realtà sovracomunali) da attuarsi assecondando una logica di integrazione territoriale delle varie Municipalità, ormai inderogabile in tutti i contesti e principalmente nel settore dei servizi essenziali”.
Piuttosto che quella di favorire scontri- continua la nota-  ed alimentare divergenze, che certamente non giovano ad un Comprensorio sin qui relegato ai margini dell’azione e dell’attenzione politica, a volte, fare un garbato passo indietro significa consentire l’avvio di una realtà che dovrà certamente dare diverso impulso alle dinamiche di settore, cercando di interagire con la costituenda ARO, attraverso la quale penso di fornire esaurienti ed efficaci risposte sulle riduzioni dei costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, che consentiranno ai miei Concittadini di ottenere finalmente un sensibile risparmio.Rivendico quindi il ruolo che i Cittadini di S. Agata mi hanno assegnato degnandomi della loro fiducia, per attuare insieme alla coalizione che mi sostiene ed ai Consiglieri che lo vorranno, un programma che pone al centro soltanto gli interessi delle famiglie Santagatesi. Auspico quindi per l’immediato futuro, un sereno e proficuo rapporto di collaborazione, fatto di rispetto umano ed istituzionale reciproco ( non certo di protagonismo) poiché oggi più che mai, la politica ha bisogno di dialogo costruttivo per affrontare e risolvere i veri problemi che affliggono giornalmente le nostre famiglie”.
Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close