rocca

Capri Leone: il Rocca si ferma a San Cataldo, vince il Serradifalco

rocca

Si ferma a San Cataldo la marcia del Rocca di Capri Leone, battuto da un ottimo Serradifalco nella quarta giornata del campionato di Eccellenza Girone A.

Al “Valentino Mazzola” davanti ad un folto pubblico, il Serradifalco di mister Tutrone si schiera con un 4-4-2 molto camaleontico, in cui Giacomo Tedesco ha il compito di far male con le sue incursioni e in cui Ceraulo deve innescare Palmiteri e Di Miceli. Risponde il Rocca di Bongiovanni con 4-1-4-1 dove Craccò è il riferimento avanzato ed è supportato da Zingales al centro e da Fazio e Gennaro sugli esterni. Dirige l’incontro il signor Cassella di Bra, coadiuvato dagli assistenti Fisichella e Nucifora.

Parte forte il Serradifalco, che al 5′ sfiora la rete con Tedesco ma il sinistro dell’ex Reggina si perde alto. Timida la reazione del Rocca con Gennaro mentre è più pericoloso al 15′ Unniemi che scalda i guantoni di Inferrera. Un minuto più tardi, break centrale per gli ospiti guidato da Craccò che serve Zingales che dal limite impegna severamente Tarantino che respinge in tuffo. Al 21′ Tedesco dalla sinistra serve Palmiteri che svetta imperioso in area di rigore e mette fuori di un soffio. Poco dopo ci prova anche Leone da fuori, Inferrera si salva come può. Si giunge così al minuto numero 39, minuto che segna la svolta della gara. Palla centrale per Di Miceli che taglia il campo e riceve al limite. Con un guizzo il fantasista locale salta Giacobbe che ingenuamente lo stende: rigore sacrosanto che Palmiteri realizza spiazzando Inferrera per il vantaggio dei “falchetti”. Dopo 3′ di recupero, l’arbitro manda le compagini al riposo sul punteggio di 1-0 per i padroni di casa.

Nel secondo tempo il Rocca è più pimpante, complici anche i cambi operati da mister Bongiovanni. Al 52′ i neo entrati Naro e Castrovinci confezionano la prima azione pericolosa per il Rocca, ma il colpo di testa del giovane esterno destro finisce alto. Ribatte colpo su colpo il Serradifalco col solito Tedesco ma Inferrera è prodigioso e respinge per ben due volte con i piedi, salvando i suoi da capitolazione certa. Al 57′ ancora Tedesco impegna Inferrera dalla distanza, l’ex Orlandina è attento. Il Rocca soffre la pressione dei ragazzi di Tutrone ma al 77′ ha l’opportunità della vita per pareggiare. Intuizione di Craccò che serve in verticale Castrovinci; l’ala biancazzurra si ritrova a tu per tu con Tarantino, con al fianco Di Cicco pronto a finalizzare la grande azione sulla destra degli ospiti. Castrovinci è però egoista e opta per la soluzione personale, gettando alle ortiche una grandissima occasione, per la disperazione dei tifosi ospiti. Scampato il pericolo, il Serradifalco riprende a macinare gioco e all’81’ ci vuole un superbo Inferrera per negare il gol prima a Tedesco e poi a Pepe in ribattuta. Al 92′ ancora Pepe si presenta da solo dinnanzi ad Inferrera, che chiude la saracinesca con un altro strepitoso intervento che però serve a ben poco.

Dopo 5′ supplementari, infatti, il signor Cassella pone fine alle ostilità. Serradifalco batte Rocca di Capri Leone 1-0 con merito e sale a quota 8 in classifica, un punto in meno dei “leoni” che dopo quattro turni si ritrovano comunque nelle zone alte della classifica, dietro solo alla capolista Alcamo, vittoriosa per 1-4 a Raffadali, e alle inseguitrici Riviera Marmi e Parmonval, rispettivamente vincente contro il San Giovanni Gemini 2-1 tra le mura amiche e corsara a sorpresa sul terreno del Marsala. E domenica prossima al “Nuovo Comunale” di Rocca arriva la San Sebastiano.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close