Ciri Raff

C. d’Orlando: Orlandina pronta per il Torrecuso, Raffaele: «Serie D dura, partita di livello»

Ciri Raff

Quattro partite senza mai perdere, quattro prestazioni di spessore, quattro gare quasi perfette che sono valse 10 punti in classifica. Questo il ruolino di marcia dell’Orlandina 2013/2014 in Serie D, un passo da grande in un campionato di grandi. Licata, Nuova Gioiese, Due Torri e Città di Messina le avversarie affrontate. Squadre ostiche, rispettabili ma forse con qualcosa in meno rispetto al Torrecuso che si presenterà domenica al “Ciccino Micale” di Capo d’Orlando per interrompere la marcia dei paladini.

Del Torrecuso si è parlato nella conferenza stampa di ieri sera con il tecnico dell’Orlandina Peppe Raffaele, il ds dei paladini Marco Cirillo, l’attaccante Rino Frisenda e la Vice Presidente Cristina Carianni.

«Una squadra attrezzata, difficile da incontrare – spiega Raffaele -, come tutte le avversarie in Serie D. Sulla carta forse il Torrecuso ha qualcosa in più rispetto alle formazioni che abbiamo affrontato fino ad oggi ma non temiamo nessuno. Hanno 7 punti in classifica e hanno perso solo contro il Savoia che è di una categoria superiore, in rosa ci sono giocatori importanti ma noi dobbiamo pensare a noi stessi. L’Orlandina di questi primi due mesi di lavoro è stata molto positiva, dobbiamo però migliorare negli ultimi metri, spesso abbiamo troppa fretta o paura di chiudere le partite e alla lunga puoi rischiare di perdere immeritatamente dei punti. Non credo sia una questione tecnica ma mentale, ci stiamo lavorando. Martusciello? Sta facendo molto bene, come tutta la squadra e come tutti gli altri juniores ma può crescere ancora. Di solito non mi sbilancio sui singoli, ma posso dire che Calabrese è uno dei centrocampisti più forti del campionato e siamo contenti di averlo con noi. Orlandina fortunata a Messina? Non abbiamo dominato, ma io questo Città straripante non l’ho visto, come detto potevamo chiudere molto prima la partita ma abbiamo sbagliato dei contropiedi e quando abbiamo fatto gol ce li hanno annullati ingiustamente. Non è comunque il caso di creare polemiche quando non c’è assolutamente motivo, nel calcio l’errore ci sta, ora siamo concentrati su domenica. Non so ancora come giocheremo, la nostra è una squadra duttile in ogni reparto, dipenderà dallo stato psicofisico dei ragazzi. Trimarco è però out».

Dello stesso avviso il ds Cirillo, che considera il Torrecuso una squadra molto forte, probabilmente una delle migliori del torneo dietro all’irresistibile Savoia di questi primi turni. «Conosco bene il Torrecuso – racconta il ds – e non credo abbia niente da invidiare a squadre come Battipagliese o Agropoli. Le campane sono formazioni certamente competitive ma noi siamo in un momento di forma positivo e dobbiamo continuare su questa strada. Il Torrecuso ha giocatori molto dinamici in mezzo al campo e davanti attaccanti come Senè che possono fare male in qualsiasi momento. Dovremo essere bravi a sfruttare i nostri punti di forza, il loro allenatore è molto esperto quindi sarà una gara difficile e molto tattica».

Anche il bomber Rino Frisenda è ottimista: «Nel gruppo c’è tanto entusiasmo ma voliamo bassi, grazie anche al mister che settimanalmente lavora alla grande per farci restare con i piedi per terra. Io sono contento del mio momento personale, dopo un brutto infortunio ho ricominciato dalla Promozione e adesso mi ritrovo di nuovo in Serie D e per me questo è uno stimolo enorme. Voglio continuare in questa scalata e fare tanti gol pesanti per l’Orlandina, magari a partire da domenica. Il rapporto con Crinò? Siamo amici fuori dal campo e questo aiuta, con Filippo mi trovo a meraviglia anche sul terreno di gioco ma non è importante con chi gioco, l’importante è aiutare la squadra e fare bene come collettivo».

Il finale è stato riservato alla Vice Presidente Carianni che ha ringraziato tutto lo staff per il lavoro egregio che l’Orlandina sta attualmente svolgendo, coinvolgendo anche la tifoseria e la scuola calcio, presenti sia a Messina che alla conferenza stampa. Domenica alle ore 15, dunque, grande partita tra Orlandina e Torrecuso al “Ciccino Micale” di Capo d’Orlando. In palio la gloria, i tre punti e, perché no, lo scettro di “rivale” della capolista Savoia. Sognare non costa nulla e con questa squadra è più che mai lecito.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close