IMG_561277662384876_resized

Sicilia: mozione per aderire al referendum abrogativo della Legge di riforma “geografia giudiziaria”

IMG_561277662384876_resized

I consiglieri regionali Grasso, Cordaro, Lantieri, Cimino e Clemente hanno firmato una mozione con la quale vogliono convincere il presidente Crocetta e la sua amministrazione ad aderire al progetto di indire un referendum abrogativo contro la legge nazionale che sta riorganizzando i tribunali ordinari e gli uffici del pubblico ministero in nome di una necessaria riduzione della spesa pubblica.

” Considerato – si legge nella mozione – che gli interventi posti in essere ai sensi e per gli effetti del decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138, coordinato con la legge di conversione 14 settembre 2011, n. 148 e dei successivi decreti di attuazione, stanno determinando su tutto il territorio nazionale, e su quello della nostra regione, la chiusura di degli uffici giudiziari, tribunali, uffici del Giudice di pace; le chiusure e gli accorpamenti degli uffici giudiziari disposti dall’alto senza tenere in debita considerazione le peculiarità, le specificità dei territori, tantomeno i carichi di lavoro pendenti nelle sedi giudiziarie che si intendono chiudere, precludono la possibilità di esercitare in modo certo e celere la giustizia su vaste aree del territorio; Considerato altresì Che la situazione di vuoto istituzionale giudiziario, che si determinerà a causa della paventata soppressione di diversi uffici giudiziari, rappresenterebbe un fattore di grande vantaggio per tutte le attività e le associazioni criminali, che vedrebbero in questa chiusura un arretramento dello Stato nell’attività di lotta e di contrasto alla criminalità. Viste Le deliberazioni con le quali i Consigli regionali di Marche, Puglia, Calabria e Abruzzo di aderire alla proposta di indire un referendum abrogativo (ai sensi dell’art. 75 della Costituzione) della Legge di riforma della “geografia giudiziaria” Impegna il Governo della Regione Siciliana e per Esso il Presidente della Regione Ad aderire, sulla scorta di quanto fatto nelle Regioni di cui in premessa alla proposta di indire un referendum abrogativo (ai sensi dell’art. 75 della Costituzione) della Legge di riforma della geografia giudiziaria”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close