Family-legacy-2_resized

Terme Vigliatore: location ideale per il film di Ben Affleck “Family legacy” con Sean Penn

Family-legacy-2_resized

Jack O’Halloran, ex pugile, soprannominato “L’irlandese”, uno che in carriera ha incrociato i guantoni con George Foreman e Ken Norton, e che nel 1973 ruppe la mascella a Muhammad Alí.

Gigante di 70 anni, originario di Philadelphia che deve la sua notorietà non per la sua carriera da boxer ma per quella di attore (viso familiare per aver interpretato uno dei cattivi kriptoniani del film Superman), é stato ieri insignito di una targa onorifica dall’ amministrazione di Terme Vigliatore che ha deciso di insignire l’attore, come atto di stima, per aver scelto la cittadina tirrenica come location per girare alcune scene di “Family Legacy”, film hollywoodiano tratto dall’omonimo romanzo di cui è autore.

Il libro, non ancora uscito in Italia, ambientatonegli anni ’50, è in parte autobiografico: narra la storia di Jack Pagano, figlio di Albert Anastasia, capo della Murder Inc., una gang italo-ebraica che uccideva per conto di Cosa nostra americana. Perso il padre, assassinato al Park Sheraton Hotel di New York, Jack entra in un mondo in cui crimine e politica sono strettamente legati. Tra gli eventi che trovano spazio nel libro anche l’omicidio di John Kennedy, che O’Halloran non attribuisce alla mafia ma al controverso sistema di potere a stelle e strisce. La regia del film, che ricorderà vagamente le atmosfere de “Il Padrino”, era stata inizialmente proposta a Francis Ford Coppola, che ha rinunciato.

Il candidato più accreditato pare ora Ben Affleck, affascinato dopo la lettura del copione anche il cast sarà ricchissimo di vere stelle del cinema holliwodiano: con Sean Penn e altri divi, in Italia, si tenterà di coinvolgere, tra gli altri, Maria Grazia Cucinotta e Terence Hill.

Nel film non mancheranno riferimenti alle origini della famiglia del protagonista. Per questo si è deciso di girare in Sicilia. O’Halloran è giunto a Terme Vigliatore su indicazione del colonnello Orazio Anania, amico dell’avvocato Carmelo Cicero, legale di fiducia del sindaco Bartolo Cipriano, che ha colto al volo questa vetrina promozionale. “Siamo alla ricerca di luoghi evocativi, di zone in cui sia possibile ricostruire le atmosfere del libro”, ha spiegato Massimiliano Miletti, rappresentante per l’Italia della Movieland Properties Management di Los Angeles, la compagnia che produrrà il film. L’attore americano resterà in paese fino a domani per scegliere le location più adatte. Le riprese inizieranno ad aprile. “Siamo orgogliosi – ha dichiarato il sindaco – questo film garantirà alla nostra cittadina un importante ritorno di immagine”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close