naso

Naso: interrogazione mancata presentazione relazione annuale

naso

Continua il pressing sull’amministrazione Letizia da parte del trio di minoranza formato da Bontempo, Calanna e Triscari. I tre consiglieri hanno presentato un’altra interrogazione mettendo l’operato del sindaco sulla graticola. L’interrogazione della minoranza sembra riportare il centro nasense indietro nel tempo , infatti le accuse mosse al Sindaco Letizia sono identiche alle contestazioni mosse a suo tempo nei confronti dell’ex-Sindaco Emanuele (una delle tante contestazioni che  produsse un’ ispezione da parte  dell’assessorato agli enti locali che portò prima alla sospensione e poi alla rimozione del sindaco). La minoranza  , sulla scia delle contestazioni mosse dal presidente del consiglio Bevacqua nel comizio che ne sancì la fuoriuscita dalla maggioranza consiliare; accusa il sindaco di non aver ottemperato all’obbligo di presentazione della relazione annuale.  Una mancanza  da parte del Sindaco letizia che , a detta dei consiglieri scriventi ; si protrae ciclicamente sin dal proprio insediamento.

Un comportamento che per i consiglieri di minoranza mina gravemente i principi di “trasparenza e legalità” a cui ogni amministrazione dovrebbe essere fedele. In coda la minoranza esorta il sindaco a porre immediato rimedio a tale mancanza almeno nella parte finale del suo mandato. Un’ interrogazione che vede come destinatario non solo il Sindaco , ma tutti i consiglieri comunali , al presidente del consiglio, agli assessori (che la minoranza chiama specificatamente in causa ricordandogli come erano i primi a contestare tale mancanza a Vittorio Emanuele), al segretario comunale ma soprattutto all’assessorato delle autonomie  locali e della funzione pubblica. Un’ atto  che va letto come una vera e propria dichiarazione di guerra da parte della minoranza all’amministrazione in carica , e se la temperatura politica a Naso aveva avuto un brusco rialzo con la querelle letizia- Bevacqua l’ultima interrogazione della minoranza dal il via ufficialmente alla prossima campagna elettorale , con un clima che con il passare del tempo potrebbe farsi sempre più arroventato  visto lo zelo con cui l’attività amministrativa viene sottoposta ad un minuzioso controllo da parte di Bontempo- Calanna e Triscari. Si attende quindi la replica del  primo cittadino a queste accuse di isolamento e poca trasparenza che avrebbe improntato la sua attività amministrativa.  Di seguito pubblichiamo integralmente l’interrogazione.

 

 

Al Signor Sindaco

SEDE

e p.c.

 

All’Assessorato regionale delle autonomie locali

e della funzione pubblica

SEDE

Al Presidente del Consiglio Comunale

SEDE

Ai Consiglieri Comunali

SEDE

Agli Assessori Comunali

SEDE

Al Segretario Comunale

SEDE

INTERROGAZIONE

OGGETTO: mancata presentazione relazione annuale.

 

I sottoscritti BONTEMPO Claudio, CALANNA Massimo, TRISCARI Antonino, in qualità di Consiglieri Comunali,

Premesso che

  • La legge regionale del 26 agosto 1992 n. 7, così come modificata dalla legge regionale 28 dicembre 2004, n. 17, prevede che il Sindaco ogni anno «presenti una relazione scritta al Consiglio Comunale sullo stato di attuazione del programma e sulla attività svolta, nonché su fatti particolarmente rilevanti»;
  • L’art. 39 dello Statuto Comunale, al punto 10, prevede che il  «Sindaco ogni sei mesi presenta una relazione scritta sullo stato di attuazione del programma e sull’attività svolta anche dalla giunta, nonché su fatti particolarmente rilevanti al Consiglio Comunale che, entro dieci giorni dalla presentazione, esprime in seduta pubblica le proprie valutazioni»;

 

.

Considerato che

  • la S.S., da quando si è insediata nel nostro Comune, non ha mai presentato la predetta relazione violando pertanto le leggi vigenti in materia;
  • più volte i sottoscritti consiglieri, verbalmente e formalmente, Le hanno ricordato il suddetto obbligo legislativo;
  • che i Suoi Assessori, con la precedente Amministrazione, contestavano l’ex Sindaco per la predetta inadempienza;
  • che l’attuale Capogruppo di maggioranza contestava l’ex Sindaco per la medesima inadempienza;
  • che le P.A. sono tenute ad operare osservando i PRINCIPI DI LEGALITA’ E DI TRASPARENZA;

Visti

  • l’ordinamento amministrativo  degli Enti locali;
  • lo Statuto Comunale ed i Regolamenti per l’esercizio delle funzioni di Consigliere Comunale;

 

 

INTERROGANO IL SINDACO

per sapere:

  1. Se ritiene o non ritiene grave la costante e perseverante condotta del non porre in essere gli atti previsti dalle leggi vigenti;
  2. Se quantomeno, nell’ultima parte del mandato ricevuto, intende porre (parzialmente) rimedio alla propria condotta omissiva.

 

Si richiede risposta scritta.

 

Naso, 17 settembre 2013

 

I Consiglieri Comunali

 

BONTEMPO Claudio

 

CALANNA Massimo

 

TRISCARI Antonino

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close