GM07

C. d’Orlando: contrattisti GM protestano a Messina, una truffa che continua ? Edda Triscari denuncia il proprietario

GM07
Hanno pagato dai 750,00 agli 850,00 € per dei corsi “propedeutici” per poi essere assunti in un call center senza percepire mai lo stipendio. E’ successo anche a Capo d’Orlando a causa di quella che sembra una vera e propria truffa messa in atto dalla GM srl con sede a Motta d’Affermo.

Questa mattina si  è svolta, a Messina, proprio di fronte alla Prefettura, una manifestazione di protesta nei confronti della GM srl. L’azienda si presentava come un circuito di promozione aziendale,offriva cioè la possibilità di attuare sconti vantaggiosi ai clienti, attraverso la creazione di una Virtual Card, promettendo un giro d’affari più ampio e proficuo per il venditore, per il cliente e per l’azienda. Offriva tutto ciò a titolo gratuito.

GM06

Aperta una sede anche a Capo d’Orlando dove numerose persone hanno dapprima svolto dei corsi (a quanto pare anche a pagamento) e poi hanno cominciato a lavorare in questo call center senza però percepire stipendio. Oltre il danno, dunque, anche la beffa.

Tutti insieme si sono dati appuntamento questa mattina alla Prefettura della città dello stretto, insieme ai sindacati di categoria, con denunce alla mano. Edda Triscari, infatti, responsabile coordinatore della sede zonale Lega UIL di Capo d’Orlando ha presentato un denuncia cautelativa nei confronti del titolare dell’azienda, l’ex candidato a Sindaco di Palermo, Giuseppe Mauro.

Una delegazione di sindacati è stata ricevuta per la seconda volta, così, dal Vice questore che ha ascoltato le loro lamentele confermando che le indagini sulla GM Srl sono ancora in corso e non si escludono risvolti importanti.

GM04

Giuseppe Mauro, imprenditore, personaggio già noto per essere stato l’amministratore delegato nella triste vicenda della LTS, azienda di telecomunicazioni siciliana, fallita nel 2003 lasciando buchi per svariati milioni di euro, finì in manette, anche se poi fu scarcerato.

Dopo aver effettuato un corso che avrebbe dovuto prepararli alla mansione di callcenterista (dopo aver sborsato quasi 800 euro a testa perpartecipare al corso di formazione, i dipendenti hanno scoperto che era del tutto privo di valore legale) si effettuavano le assunzioni, con contratto part-time che permetteva di lavorare al call center dell’azienda per 4 ore algiorno, con la retribuzione di 686 euro mensili.

GM03

Una vera attrattiva per tutti, specialmente di questi tempi, caratterizzati da crisi e mancanza di lavoro.

L’azienda ha ottenuto un boom di iscrizioni, aprendo ben 6 sedi in provincia di Messina, con una media di 70 dipendenti per sede.

Peccato che il tanto agognato stipendio non si è fattovedere nemmeno per una mensilità in alcune sedi e solo per una (retribuita coni soldi incassati dal corso nella sede aperta successivamente) in altre, chel’affitto dei locali e le spese per la luce non siano state pagate in nessuna sede e che tra i soldi del corso e i soldi non pagati è stata attuata, da parte del dirigente dell’azienda, una truffa pari a circa un milione e mezzo di euro.

Ma come poteva una persona pensare di trovare 700 euro al mese per almeno 300 persone? Dove poteva trovare mensilmente 350.000 € per effettuare le sole retribuzioni?
Beh probabilmente da finanziamenti da parte della regione che alla fine non sono stati erogati ma ancora più sconcertante è il fatto che la GM stia cercando di aprire altre sedi a Catania, che sia quindi intenzionata a truffare altre persone.

GM02

Come al solito, i più danneggiati da tutta questa vicenda sono stati i cittadini in cerca di stipendio. Giovani e meno giovani sono stati presi in giro mese dopo mese, con rimproveri al primo accenno di protesta e accuse di mancanza di credibilità in un progetto che, probabilmente, se attuato per il verso giusto avrebbe anche portato dei buoni risultati. Ma come puoi credere nell’azienda in cui lavori se hai un figlio piccolo da sfamare e i soldi non arrivano?

I dipendenti di tutte le sedi della GM srl sono pronti a denunciare e fare battaglie legali per ottenere quello che gli spetta, per questo si stanno armando di buona volontà e buoni avvocati per far sì che questa storia si concluda con un lieto fine. Affiancati dai sindacati Cgl e Uilcom continueranno la loro battaglia affinchè nessun altro possa essere truffato e raggirato in questo modo.

GM01

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close