brolo_veduta_castello_N

Brolo: trasporto alunni, da oggi con una “family card”

brolo_veduta_castello_N

In attesa che la Regioni eroghi i soldi necessari previsti  rimborsi alle famiglie (previsti per fasce Isee), rimborsi che serviranno per pagare i tributi comunali, con un costo preventivato di  circa 80 mila euro, arriva a Brolo una delibera dell’esecutivo per risolvere il problema.

Salvo Messina, il sindaco del paese del Castello, da tempo aveva sollevato il problema, e recentemente aveva portato il dibattito sul Forum di facebook e la piazza virtuale, aveva risposto con commenti, prese di posizione, e fatto emergere i disagi manifestati sopratutto da quelle famiglie alla prese con i bilanci di fine mese.

Di fatto la Regione Siciliana ha l’obbligo di garantire attraverso i Comuni il trasporto gratuito agli alunni delle scuole superiori – residenti nel comune, che si recano presso altro Comune per frequentare scuole pubbliche statali o paritarie, qualora non esista nel Comune di residenza la corrispondente scuola pubblica –. Una norma semplice, essenziale, che non ammette repliche. Un obbligo dove i comuni sono solo dei tramite.

Ma i soldi per i rimborsi prima arrivavano a singhiozzo, poi è cessata del tutto l’erogazione. Oggi non c’è traccia di questi fondi nel bilancio regionale. Di fatto è venuta a mancare la copertura finanziaria da parte della Regione Siciliana.

Si tratta di una situazione grave che a Brolo coinvolge circa 300 studenti. Quindi l’amministrazione comunale considerato che il costo dell’abbonamento, da anticipare e forse mai rimborsabile,  in questo periodo di crisi economica è particolarmente gravoso per le famiglie già in difficoltà, ha intenzione di supportare, soprattutto per li nuclei familiari più in difficoltà,  il trasporto scolastico con i fondi del proprio bilancio comunale. Così ha predisposto, approvandolo oggi, un atto deliberativo che regolamenterà il servizio ed il rimborso. Una soluzione per l’Ente – dice il sindaco – dettata da estrema cautela, con la quale le famiglie dovranno anticipare il costo dell’abbonamento che successivamente il comune rimborserà. In questa fase, l’amministrazione comunale, onde garantire le fasce più deboli, nell’evidenziare che il rimborso erogato sarà pari a quello del mezzo di trasporto più economico utilizzabile per raggiungere la sede della scuola frequentata , ha definito alcune fasce legate all’Isee per l’anno 2012, derogando di fatto la legge Regionale ed agendo  attraverso il proprio bilancio in via sostitutiva rispetto alla Regione.

Queste le fasce ISEE

fino a €.  13.000,00 verrà rimborsato il 100%

fino a €.  16.000,00 verrà rimborsato il  50%

fino a €.  20.000,00 verrà rimborsato il 30%

Inoltre, il beneficio è esteso alle famiglie che per l’anno precedente hanno avuto una certificazione ISEE non superiore a 25.000,00 euro e il cui capo famiglia ha perso il lavoro  per cause indipendenti dalla propria volontà.

Una soluzione ovviamente tampone in quanto – dice sempre il sindaco -“l’Ente si prodigherà nelle sedi competenti per far valere il diritto all’integrale rimborso dei costi del trasporto degli studenti pendolari e, nell’eventualità in cui la Regione dovesse rispettare la legge da lei stessa istituita e quindi mandare le opportune risorse , si procederà ad erogare il rimborso a tutti gli aventi diritto per la parte non già riscossa. Il rimborso avverrà tramite apposita “Family Card” ricaricabile da utilizzare per il pagamento dei tributi locali o per compartecipazione a servizi comunali, la quale sarà ricaricata per il 70% della somma nel giro di pochi giorni , subito dopo  la predisposizione di apposito Bando e per il restante 30% a consuntivo. Nell’atto di delibera viene anche stabilito che “Considerato che l’ammontare delle erogazioni ammontano presuntivamente a circa €.80.000,00 si da atto che le risorse finanziarie  saranno  reperite con risparmi di spesa  sulle seguenti voci di bilancio: Pubblica Illuminazione, Servizio Civico, Manifestazioni, Contributi ad Enti e Associazioni“.

In questo progetto sociale lo stesso Sindaco ha evidenziato che i ragazzi residenti nelle contrade che attualmente pagavano un abbonamento ai servizi di linea per recarsi a Brolo potranno usufruire di un bus navetta messo a disposizione dal Comune, totalmente gratuito.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close