IMG_6567

C. d’Orlando: l’Esperia Handball sullo stato di degrado del Pala Valenti

IMG_6567L’Esperia Handball ha diffuso un comunicato stampa sullo stato di degrado in cui versa il Pala Valenti di Capo d’Orlando. Le abbondanti piogge della scorsa settimana hanno peggiorato la situazione con infiltrazioni di acqua che non hanno consentito lo svolgimento delle attività sportive che normalmente si svolgono all’interno della storica struttura orlandina.

“Registriamo con grande dispiacere, si legge nel comunicato stampa, l’ennesimo allagamento del Palasport G. Valenti (serata del 5 Settembre 2013 ) , ma nessuno parli di “evento eccezionale” in quanto il livello di degrado ed abbandono di questa gloriosa struttura è oramai sotto gli occhi di tutti. Da anni, ad ogni allagamento (piccolo o grande che sia) si sono ripetuti questi disagi che abbiamo sempre celermente segnalato agli uffici preposti. Negli anni sono stati spesi migliaia di euro da parte del comune con interventi- tampone , sin dalla loro gestazione chiaramente sbagliati ed inefficaci. Come sbagliato ed inefficace si sta dimostrando anche l’ultimo intervento effettuato da una ditta privata in cambio dello sfruttamento fotovoltaico del tetto. Le infiltrazioni subite dal Valenti , non se ne vanno certo con un colpo di mocio il giorno dopo, ma hanno negli anni compromesso l’affidabilità della struttura ( vedi il crollo di una parte del tetto……o del parquet che in più punti comincia a risentire di tutta l’acqua assorbita) , tutto ciò non è frutto solo di disorganizzazione nell’affrontare la gestione della cosa pubblica. Infatti l’aver istruito una pratica per il recupero del F.P. Merendino (anch’esso , come il Valenti impianto inserito nel piano di alienazione comunale) ed aver escluso in maniera scientifica l’unica struttura in grado di ospitarci ( e che da sfogo ad una gran parte del movimento cestistico , visto che oramai il Palafantozzi e di fatto una struttura privata) dimostra ampiamente che alle spalle c’è un piano ben preordinato per cui questa struttura , che non è solo sportiva , ma fa parte del patrimonio storico e culturale di questa comunità, debba al più presto chiudere i battenti , magari per inagibilità dovuta alle numerose e continue infiltrazioni”.

La società paladina che milita nel campionato di Serie A2 di pallamano ribadisce l’amarezza che continua a soffrire nel comunicato stampa ricordando che “il 6 ottobre , prenderà il via  il campionato di A2 maschile di pallamano ; ai nastri di partenza di questo torneo ci presenteremo con una consapevolezza in più. L’amara certezza che le nostre sconfitte potranno essere determinate non solo dalla forza dell’avversario (cosa normale ed auspicabile nello sport) ma anche dalle  condizioni di precarietà di questo impianto in cui basterà un piccolo scroscio d’acqua  per rischiare di veder vanificati i nostri sforzi. Di tutto ciò ringraziamo anticipatamente l’Amministrazione Comunale”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close