sindaco lazzara

Longi: il Sindaco Lazzara, scrive al Presidente dell’Anci Sicilia

sindaco lazzara
Nella giornata di oggi è previsto un incontro con il Presidente dell’ Anci Sicilia. In vista di questo, il Sindaco di Longi Alessandro Lazzara, in qualità di rappresentante della Partnership Locale Montana “Le Città della Montagna Nebrodi”, ha invitato –attraverso una nota- il Presidente, a mantenere la linea già delineata e rappresentata agli assessori Valenti e Bianchi quali rappresentati del Governo regionale, durante l’incontro di protesta che i Comuni siciliani hanno organizzato lo scorso 6 settembre a Palazzo d’Orleans.

“Considerato- scrive Lazzara- , che tutte le riserve spettanti ai piccoli Comuni e a quelli montani sono già state soppresse con la legge 7 del 2011 e che, in quel caso, l’Anci avrebbe, se non altro, dovuto condurre iniziative ed azioni assai più incisive, così da evitare il sicuro fallimento dei piccoli comuni, chiedo alla Presidenza dell’Anci di non accettare, in alcun modo, compromessi che potrebbero essere proposti al Governo Regionale, ulteriormente lesivi degli interessi dei cittadini siciliani che noi Sindaci abbiamo il dovere di rappresentare con sicura dignità.”
“Inoltre, i comuni non saranno disposti ad accettare elemosine o temporanei contentini e, pertanto, -continua- attendiamo che il fondo per le autonomie locali, almeno quello, venga rimpinguato e che la somma destinata agli Enti Locali possa corrispondere a quella dell’anno precedente.”

“Al fine di scongiurare una possibile ed irrimediabile frattura con l’Associazione dei Comuni Siciliani che tu rappresenti, l’invito è quello di condividere, con i Comuni tutti, ogni decisione da dovere eventualmente assumere, nella speranza di riuscire ad addivenire a un accordo ampiamente condiviso ed incontrovertibilmente a sostegno dei Comuni dell’Isola. Questa decisione è scaturita durante il viaggio di ritorno sul pullman dei Sindaci ed è stata concordata con alcuni comuni delle Madonie e del Catanese.”

“Infine, -conclude Lazzara- ti anticipo che si sta valutando l’ipotesi di intraprendere un’azione legale nei confronti della Regione Siciliana, tesa a garantire la parità di trattamento dei Cittadini dei Comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti, con quelli dei comuni con popolazione superiore a tale numero e delle aree metropolitane. “

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close