Craccò gol

Eccellenza: Craccò fa volare il Rocca, bene l’Igea

Craccò gol

Esordio assoluto in Eccellenza da ricordare per il Rocca di Capri Leone, che stende la Pro Favara grazie ad un gol del bomber Vincenzo Craccò. Bene l’Igea Virtus, perde il Rometta a Vittoria, subito in salita la strada del Mazzarrà.

Per il Girone A, al “Nuovo Comunale” di Rocca di Capri Leone, i padroni di casa di mister Bongiovanni scendono in campo per una sfida di Eccellenza per la prima volta nella loro storia indossando una maglietta dedicata a due bambini gravemente malati, Federica e Carlo, cui la squadra dedica questa importante “prima” nel massimo torneo regionale. In campo c’è Iuculano accanto a Craccò, mentre a centrocampo si rivede Smeriglia, assente per motivi personali in coppa con la Leonfortese. La Pro Favara di mister Filippazzo si affida invece a Cordaro, Bennardo e Scillufo per cercare di fare male ai padroni di casa. Dirige la gara il signor Virgilio della sezione di Trapani.

Nei primi minuti di gioco sono gli ospiti a sembrare più in palla ma è solo un fuoco di paglia. Dopo poco, infatti, il Rocca inizia a prendere in mano le redini della partita, anche se sono davvero poche le opportunità da rete. Il gioco è molto spezzettato, l’agonismo è alle stelle ma lo spettacolo latita. La gara sembra poter essere decisa solo da un episodio e quello giusto lo sfrutta il Rocca, con Smeriglia che mette in mezzo un grande pallone per l’accorrente Craccò (foto) che in spaccata da pochi passi trafigge Citarda per il primo, storico gol dei “leoni” in Eccellenza. Ci si aspetterebbe una reazione dei gialloblù ma così non è e il primo tempo si conclude quindi con il Rocca in vantaggio per 1-0.

La ripresa segue la falsariga del primo tempo: tanti falli, clima caldo, poche opportunità e grande tensione. La Pro Favara ci prova con qualche sterile conclusione dalla distanza ad opera di Fallea e Indelicato, ma la mira non è mai precisa. Inferrera deve compiere un paio di interventi importanti ma non estremamente difficili per un Rocca che denota grande solidità difensiva. Alla fine i padroni di casa portano a casa i tre punti in una partita certamente non pirotecnica ma giocata in maniera intelligente e ordinata dai ragazzi di Bongiovanni.

A Barcellona per il Girone B, intanto, l’Igea Virtus di Pasquale Ferrara stende il Modica in una gara tiratissima. Subito in vantaggio i giallorossi con Scolaro, che sfrutta un calcio d’angolo di D’Anna per realizzare il punto dell’1-0. Il Modica non ci sta e l’infinito Filicetti al minuto numero 26′ batte Scibilia per l’1-1, dopo che il portiere igeano aveva parato un rigore proprio al numero 10 rossoblù. Nella ripresa i barcellonesi trovano il vantaggio con Genovese al 58′ e da quel momento non si guardano più indietro, complice anche l’espulsione tra gli ospiti di Rametta per protesta. Vince così l’Igea, anche se negli ultimi istanti di gara i giallorossi rischiano grosso e vengono graziati da Panatteri. Brutto esordio per il disastrato Mazzarrà che a Taormina si vede rifilare un poker dai padroni di casa. Perde anche il Rometta, che in trasferta cede onorevolmente il passo al Vittoria per 2-0.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close