librizziani_pp1

C. d’Orlando: la minoranza chiede chiarezza su ATO/ARO

librizziani_pp1
I consiglieri di minoranza Sanfilippo, Micale, Trusso e Gemellaro hanno presentato una interrogazione all’amministrazione comunale chiedendo chiarezza sulla questione raccolta rifiuti. “Troppo silenzio sull’argomento” secondo i consiglieri di opposizione che con una serie di domanda sollecitano il Sindaco e la sua amministrazione a dare risposte precise e ne chiedono, inoltre, la discussione in consiglio comunale.

Di seguito l’interrogazione integrale presentata dai consiglieri eletti nelle liste “Librizzi Sindaco” e “Democratici per Capo d’Orlando”

 

Premesso:

  • che, stante il fragoroso silenzio dell’amministrazione sull’argomento, appare necessario acquisire alcuni elementi conoscitivi a proposito del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti (organico e differenziata), dei rifiuti speciali e del servizio di pulizia e spazzamento del territorio comunale;
  • che, nel regime transitorio (ato/aro – tia/tares), umilmente riconosciuta l’incapacità di affrontare il problema, l’amministrazione, unitamente all’esecutivo di altri Comuni (a quanto è dato sapere, Caprileone, Torrenova, San Salvatore di Fitalia e Ficarra) si è vista costretta a chiedere lumi a un qualificato esperto (v., per quanto riguarda Capo d’Orlando, la deliberazione della G.M. n. 172 del 4 giugno 2013);
  • che, ad oggi, non è chiaro lo stato di fatto relativo all’esecuzione dei citati servizi,

Quanto sopra premesso e ritenuto, in data odierna è stata presentata un’nterrogazione per conoscere e /o sapere:

  1. chi effettua il servizio di raccolta dei rifiuti nel territorio comunale dall’11 giugno 2010 ad oggi;
  2. chi ha effettuato il servizio di raccolta differenziata (vetro, cartone, carta, lattine, alluminio, olii esausti, pile, amianto, ecc.) nel territorio comunale dall’11 giugno 2010 ad oggi;
  3. chi ha eseguito il servizio di pulizia e di spazzamento delle strade e delle ville comunali nel territorio comunale dall’11 giugno 2010 ad oggi;
  4. l’elenco dettagliato degli importi corrisposti al gestore “esterno” dei predetti servizi dall’11 giugno 2010 alla data odierna e l’indicazione del titolo contrattuale (gara, appalto, contratto);
  5. l’elenco dettagliato dei servizi di raccolta, pulizia e spazzamento eseguiti direttamente dal Comune dall’11 giugno 2010 alla data odierna e le zone di esecuzione;
  6. l’elenco dei consulenti esterni dal 1 gennaio 2005 alla data odierna;
  7. se i residenti delle Contrade nelle quali, ad oggi, non si effettua la raccolta differenziata pagano lo stesso importo dei cittadini residenti nelle zone del territorio nelle quali la stessa è effettuata e con quali modalità viene effettuato tale smaltimento;
  8. l’elenco completo degli operatori/dipendenti comunali che hanno svolto il servizio di raccolta, spazzamento e pulizia del territorio comunale dall’11 giugno 2010 alla data odierna;
  9. il dettaglio analitico con la specificazione dei servizi eseguiti e delle somme corrisposte a qualsiasi titolo all’ato e/o a società, soggetti, imprese, ditte, ecc., per l’espletamento dei citati servizi dall’11 giugno 2010 alla data odierna;
  10. la copia delle fatture agli atti del Comune presentate dal gestore esterno dall’11 giugno 2005 alla data odierna;
  11. la copia dei bonifici e/o l’elenco dettagliato con gli estremi dei mandati di pagamento effettuati al gestore esterno dall’11 giugno 2005 alla data odierna;
  12. l’attestazione del Ragioniere generale relativa alle somme ancora non corrisposte e dovute al gestore esterno;
  13. la copia delle eventuali contestazioni fatte al gestore esterno per il cattivo espletamento dei servizi e/o i disservizi verificatisi;
  14. la situazione debitoria nei confronti di Tirreno Ambiente alla data odierna;
  15. se tra i soggetti che hanno compiuto e/o espletano i servizi citati vi sono parenti e/o affini entro il quarto grado di amministratori e/o di consiglieri comunali in carica;
  16. quali sono i criteri/parametri per la quantificazione della tares alla data odierna e per quale motivo è ancora presente il tributo provinciale, essendo state abolite le Provincie con legge regionale;
  17. copia della relazione relativa all’attività svolta dall’esperto incaricato con la citata deliberazione della G.M. n. 172/2013.
  18. a che titolo sono state adottate le terminazioni dirigenziali nn. 414 e 415 del 29 aprile 2013 di € 348.698,56 cadauna;

E’ stata chiesta la risposta scritta e l’inserimento all’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close