999759_3296195059360_640114414_n

Milazzo: documentate fumate sospette provenienti dalla raffineria

999759_3296195059360_640114414_n

Arrivano ancora segnalazioni di disfunzioni alla Raffineria di Milazzo, sono state infatti documentate delle fumate di gas tossici, emissioni che sono continuate per tutto il giorno  27 agosto e  28 notte. Le fotografie scattate proprio alle tre di notte, vogliono mostrare anche agli occhi dei più scettici  una di queste sfiaccolate della Candela e conseguente sversamento in atmosfera di una grossa emissione di gas nocivi alla salute.

“Come Verdi Ecologisti – dice Marano – denunciamo i soliti miasmi di GAS, MERCAPTANI, EMISSIONI FUGGITIVE ED INCONTROLLATE, provenienti dai cicli produttivi della stessa azienda, emissioni che hanno costretto i residenti a chiudersi dentro casa. Numerose sono state infatti le segnalazioni a noi pervenute. Non riusciamo a comprendere il silenzio assordante  di questa amministrazione comunale – continua il Vice coordinatore regionale dei Verdi di Sicilia – , il silenzio del sindaco Carmelo Pino, massima autorità sanitaria, il silenzio del nuovo assessore all’ambiente Salvatore Gitto, il silenzio dei partiti, (PD, SEL, PDL, DEM, UDC). Denunciamo pubblicamente – conclude il dott. Marano –  i mancati controlli da parte degli organi preposti e ci riserviamo di presentare ulteriori esposti alla magistratura. I fatti parlano da soli e centinaia sono le testimonianze dirette e oculari  in proposito e che siamo in grado di produrre: Milazzo è forse diventata zona franca ove tutto è possibile?”

Uno sfogo accorato e amaro di chi si sente vittima di un grosso abuso sulla propria salute  e quella delle famiglie che abitano nelle prossimità di questa raffineria. Oggi pomeriggio (ieri ndr) – continua  Marano – non sono riuscito ad uscire di casa in Via San Giovanni per la PUZZA DI PRODOTTI PETROLIFERI DELLA RAFFINERIA DI MILAZZO. A Questi signori incuranti della vita e della  salute dei cittadini va data una sonora lezione. Come Verdi invitiamo tutti i cittadini del comprensorio a fare come noi ed aprire un contenzioso contro le EMISSIONI FUGGITIVE DELLA RAFFINERIA DI MILAZZO prima che sia troppo tardi e prima che il numero dei malati e dei morti a causa diu questo mostro aumentino. Insieme al nostro avvocato Antonio Giardina stiamo per presentare centinaia di richiesta risarcimento del danno morale, esistenziale, biologico e patrimoniale. Chiederemo ai giudici inoltre la cessazione immediata di queste emissioni cancerogene e tossiche. QUESTE SOSTANZE CHIMICHE, VELENOSE E CANCEROGENE ENTRANO NELLE ABITAZIONI DEI CITTADINI CHE RESPIRANDO CONTINUANO AD AMMALARSI E MORIRE”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close