CaRAB

Ucria: violenza, resistenza, minaccia e lesioni a Pubblico Ufficiale, cinquantaduenne arrestato

CaRAB

Prosegue senza sosta il quotidiano impegno per la prevenzione e repressione dei reati a cura dei Carabinieri della Compagnia di Patti ed in particolare di quelli della Stazione di Ucria e Sinagra che, nel pomeriggio di ieri, hanno arrestato per violenza, resistenza, minaccia e lesioni a Pubblico Ufficiale, un 52enne incensurato.

In particolare, i militari dell’Arma, a seguito di segnalazione telefonica pervenuta sull’utenza 112 di pronto intervento, si sono recati in un’abitazione privata sita nel comune di Ucria (ME), dove era stata segnalata un’aggressione in atto.

Nella circostanza, i Carabinieri giunti sul posto hanno constatato che il 52enne Francesco Randazzo, brandendo un bastone, stava inveendo contro il portone d’ingresso dell’abitazione della coniuge.

Nonostante i tentativi posti in essere dai Carabinieri al fine di riportare la calma, l’uomo ha aggredito i militari con calci e pugni ma, dopo una breve colluttazione, lo stesso è stato comunque immobilizzato.

Nella circostanza, un militare componente della pattuglia operante, ha riportato lesioni successivamente giudicate guaribili in dieci giorni.

Dopo aver proceduto all’identificazione dell’aggressore ed aver accertato che lo stesso aveva anche posto in essere l’illecita condotta di maltrattamenti in famiglia, cercando di provocare lesioni ai propri familiari conviventi, sono scattate le manette con l’accusa di violenza, resistenza, minaccia e lesioni a Pubblico Ufficiale, nonché una denuncia in stato di libertà per maltrattamenti in famiglia.

Al termine delle formalità di rito, il predetto Francesco Randazzo è stato trattenuto nella camera di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Patti, in attesa di essere giudicato nella giornata odierna presso il Tribunale di Patti nel corso dell’udienza che si terrà con rito direttissimo.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close