LA PROTESTA DI PIZZOLANTE


Il Sindaco del comune di San Salvatore di Fitalia, Giuseppe PIZZOLANTE, ha depositato una proposta che sarà discussa nel prossimo consiglio comunale, contro la normativa ambientale, Decreto Legislativo n. 205/2010, di recepimento della direttiva europea n. 2008/98/CE. La normativa stabilisce che “paglia, sfalci e potature, nonché altro materiale agricolo o forestale naturale non pericolosi…, se non utilizzati in agricoltura, nella selvicoltura o per la produzione di energia mediante processi o metodi che non danneggiano l′ambiente o mettono in pericolo la salute umana devono essere considerati rifiuti e come tali devono essere trattati”. Di conseguenza la combustione sul campo dei residui vegetali derivanti da lavorazione agricola e forestale si configura come illecito smaltimento di rifiuti, sanzionabile penalmente con la pena dell’arresto da tre mesi a un anno o con l’ammenda da duemilaseicento euro a ventiseimila euro se si tratta di rifiuti non pericolosi. “Tale norma punitiva per le nostre piccole realtà agricole, rischia, ha dichiarato il primo cittadino del centro montano, di provocare un danno irreparabile per l’economia e ai terreni che i nostri agricoltori con enormi sacrifici mantengono puliti. Spero che questa iniziativa, conclude Pizzolante, intrapresa anche da altri colleghi sindaci, possa sensibilizzare gli organi preposti al fine di abrogare la normativa”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close