GRUPPO MINORANZA BROLO

Brolo: se “salta” la Diretta Streaming

GRUPPO MINORANZA BROLO

Dopo le ultime polemiche che hanno caratterizzato la scorsa seduta del Consiglio comunale brolese, avvenuta in un clima “politicamente bollente” anche a causa delle dimissioni dell’ormai ex vice sindaco Carmelo Gentile, i consiglieri di minoranza Gaetano Scaffidi, Irende Ricciardello, Vincenzo Princiotta, Filippo Collovà e Giuseppe Miraglia, chiedono al primo cittadino e a tutta l’Amministrazione che venga rinnovato il contratto con la società che si occupava di curare la diretta streaming dei consigli. Tale accordo, infatti, è scaduto proprio in occasione dell’ultima seduta, rinviata su un punto importante, il Conto Consuntivo. I cinque si dicono disponibili a pagare di tasca propria un servizio così importante per la trasparenza amministrativa, oltre che per la partecipazione della cittadinanza alla vita pubblica.

Ecco cosa scrivono i cinque consiglieri d’opposizione:

Nella seduta dell’ultimo consiglio comunale del 06 agosto scorso abbiamo appreso, con non poca sorpresa, che  con quell’ultima diretta streaming si era esaurito il contratto previsto tra il comune di Brolo e la redazione della web tv Canale Sicilia, accordo che prevedeva infatti la diretta  di numero 10 sedute del consiglio comunale di Brolo, oltre alla possibilità poi, per gli utenti, di poter  rivedere nelle ore e nei giorni successivi,sul sito internet del canale, il video  registrato delle sedute consiliari.

Contratto che inspiegabilmente, considerando l’ottimo servizio fornito, il costo decisamente economico (1.000 euro totali per 10 sedute di c.c.), il grande seguito avuto (basti pensare che nell’ultimo consiglio ci sono stati circa 1.000 accessi singoli) ad oggi non è stato ancora rinnovato o prorogato e quindi di fatto è cessato.

Alcuni consiglieri del nostro gruppo hanno provato a chiedere informazioni al sindaco ma hanno ricevuto soltanto risposte vaghe sulla reale intenzione, al riguardo, dell’amministrazione.

Anzi ci è stato fatto capire che almeno per il momento e per  l’immediato futuro il servizio verrà annullato.

Noi siamo convinti invece che un servizio del genere dia trasparenza amministrativa  e sia oramai assolutamente necessario,  poiché nell’era di internet crediamo sia doveroso cercare di avvicinare sempre di più la cittadinanza alle istituzioni ed alla vita del consiglio comunale. Non dobbiamo e non vogliamo tornare indietro quando quello che avveniva nelle aule del consiglio rimaneva purtroppo soltanto fra i presenti a quella sedute consiliari (spessissimo solo i consiglieri comunali).

Diamo quindi modo ai cittadini di valutare con i loro occhi il nostro operato.

Chiediamo pertanto che l’amministrazione comunale si impegni ufficialmente affinché la diretta streaming del nostro Consiglio Comunale non si fermi e anzi diventi una realtà consolidata per questo Comune, questa amministrazione e per quelle future che verranno.

E  considerando che la prossima seduta, del 13 p.v., sarà importantissima e  molto delicata e si terrà in un orario mattutino il nostro gruppo consiliare si rende assolutamente  disponibile a pagare di tasca propria  il costo della diretta streaming, per garantire il diritto dei cittadini di Brolo, e non solo, ad usufruire di un servizio assolutamente importante”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close