trenino

C. d’Orlando: il trenino turistico si ferma di nuovo

trenino
Il trenino turistico si è fermato di nuovo. A pochi giorni dal suo utilizzo, cominciato il 4 agosto scorso, è di nuovo in garage per un altro guasto meccanico. I consiglieri comunali di minoranza Sanfilippo, Trusso, Micale e Gemmellaro hanno presentato proprio questa mattina una interrogazione al primo cittadino chiedendo lumi sull’attuale situazione legata al mezzo costato più di 50.000,00 € per l’acquisto nel 2012.

I consiglieri di minoranza chiedono al Sindaco Enzo Sindoni quali sono le irregolarità rilevate e contestate, secondo indiscrezioni, dagli agenti del Commissariato di P.S., se c’è una relazione tra le suddette contestazioni ed il fermo del mezzo, se il trenino/trattore è munito del certificato di revisione periodica, del libretto di circolazione, del certificato di immatricolazione come “trenino” e/o come “trattore” ed è abilitato al servizio di trasporto di persone, se il veicolo è munito di assicurazione per responsabilità civile e quale dipendente comunale è stato “comandato” per guidare il mezzo e di quale patente è munito.

La vicenda comunque si tinge di giallo. Abbiamo potuto accertare noi di 98zero.com che le voci circolate in queste ultime ore sul presunto sequestro del mezzo da parte della polizia di Stato, non rispondono al vero. Di seguito l’interrogazione integrale presentata questa mattina :

I sottoscritti Consiglieri comunali, Salvatore Alessio Micale, Giuseppe Trusso Sfrazzetto, Gaetano Sanfilippo Scimonella del Gruppo “Librizzi Sindaco” e Gaetano Gemmellaro del Gruppo “Democratici per Capo d’Orlando”,

premesso che:

  • con atto di Giunta municipale del 09/11/2012 n. 241, è stato dato mandato al Responsabile dell’Area scolastica, turistica, culturale e sportiva di porre in essere tutti gli atti necessari all’acquisto di un “trenino turistico usato” (finora utilizzato a titolo gratuito), per la somma complessiva di €50.000,00 oltre I.V.A. (totale €60.500,00);
  • anche negli allegati alla deliberazione di giunta in oggetto non è stato adeguatamente giustificato il ricorso alla procedura negoziata, essendo il “trenino” in questione privo di peculiarità tecniche tali da giustificare la procedura negoziata seguita dall’Ente;
  • a quanto è dato sapere, mezzi del genere si trovano ormai agevolmente nel mercato, anche dell’usato, e sono commercializzati da più Ditte;
  • conseguentemente, con una banale indagine di mercato e/o mettendo in concorrenza più Ditte, con apposita gara, si sarebbe potuto acquistare il mezzo in questione ad un prezzo notevolmente più basso;
  • il trenino acquistato non era in condizioni ottimali anche dal punto di vista “meccanico”, essendo rimasto più volte in panne durante l’uso;
  • che a conferma di ciò, si sono resi necessari interventi di riparazione e manutenzione (vedasi ad esempio determina n. 649 del 18/6/2012 per €700,00 e determina n. 711 del 28/6/2013 per €2.482,00)
  • la relazione di stima non appariva rispondente al prezzo di mercato;
  • nonostante ciò, la Giunta Municipale, con motivazioni di stile, nelle quali era totalmente assente l’interesse pubblico, ha ugualmente deliberato un esborso così significativo di denaro, in periodo di crisi, pur essendo lo stesso privo di ritorno economico per le casse comunali;
  • le suddette somme dovevano/potevano essere destinate ad altre iniziative a sostegno di famiglie e di imprese del territorio (ad es. sgravi fiscali su imposte locali) e/o, per restare in tema, all’acquisto di un nuovo scuolabus da inserire nel parco rotabile del Comune;

considerato che:

  • tale acquisto specie in questo periodo, non era un investimento indispensabile e non ha apportato alcun beneficio economico al Comune;

accertato che:

  • solamente nei primi giorni del mese di agosto del 2013 (l’estate inizia il 21 giugno), il “trenino del turista” è stato messo in circolazione come mezzo di trasporto di persone e, in particolare, di anziani e bambini;
  • dopo pochi giorni di “servizio”, in piena stagione turistico-balneare, il mezzo è stato ritirato dalla circolazione senza apparenti e plausibili motivazioni;
  • è di pubblico dominio la notizia che il mezzo, in data 6 agosto u.s., ha subito un controllo da parte degli agenti del locale Commissariato di P.S., i quali avrebbero contestato all’Ente numerose e gravi irregolarità amministrative,

quanto sopra premesso e ritenuto, interrogano per sapere:

1)                            quali sono le irregolarità rilevate e contestate dagli agenti del Commissariato di P.S.;

2)                           se c’è una relazione tra le suddette contestazioni ed il fermo del mezzo;

3)                           se il trenino/trattore è munito del certificato di revisione periodica, del libretto di circolazione, del certificato di immatricolazione come “trenino” e/o come “trattore” ed è abilitato al servizio di trasporto di persone;

4)                           in caso affermativo, qual’è il numero di persone che può trasportare legalmente;

5)                           se il veicolo è munito di assicurazione per responsabilità civile;

6)                           quale dipendente comunale è stato “comandato” per guidare il mezzo e di quale patente è munito. 

Salvatore Alessio Micale, Giuseppe Trusso Sfrazzetto, Gaetano Sanfilippo Scimonella, Gaetano Gemmellaro

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close