incendio brolo

Brolo: auto incendiate, la natura è dolosa. Rivendicazione contro avvocato?

incendio brolo

Incendio doloso, sembrano non esserci dubbi.  Questo è quanto stabilito dagli inquirenti dopo i primi sopralluoghi avvenuti ieri a Brolo, dove sul Corso Vittorio Emanuele, nei pressi del Bar Sport e della Banca Monte Paschi, nella notte tra sabato e domenica alcune auto sono andate a fuoco. “L’attentato” ha rischiato di tramutarsi in una strage. Le fiamme infatti hanno, per lunghi minuti, impedito la fuga dalla palazzina antistante il parcheggio, lambendone il portone. Due delle auto bruciate – tre in tutto – sono di proprietà di un giovane ma affermato avvocato di Brolo. A setaccio da parte degli inquirenti – che lo hanno già sentito – la sua agenda di lavoro.

Il sentore che il fatto sia legato a ritorsione e vendetta si fa sempre più vivo. Inizialmente era stata valutata l’ipotesi di un cortocircuito ma ora questa tesi sembra essere stata esclusa, anche vista la posizione delle auto nel parcheggio. Anche alcune dichiarazioni di testimoni, arrivati sul posto mentre le auto bruciavano o affacciatisi dai balconi sentito il trambusto, parlano di due auto, distanti tra loro circa tre metri, che iniziavano a bruciare contemporaneamente. Dunque corto circuito da escludere.

Le auto coinvolte sono una La Mercedes classe A  e una  BMW, andate interamente distrutte e  di proprietà di Rosario Condipodero, giovane avvocato brolese in passato anche assessore comunale  durante la prima amministrazione guidata da Laccoto. Gli inquirenti stanno indagando tra le pieghe della sua vita professionale, ricca e densa di casi importanti

Sarà importante a questo punto aspettare la relazione\perizia dei Vigili del Fuoco – giunti con due automezzi provenienti da Patti e Sant’Agata Militello – che hanno anche evitato che le fiamme attaccassero degli alberi che sovrastano le abitazioni. Una relazione che potrebbe anche individuare mezzi, tecniche e materiali usate per appiccare l’incendio. Piste importanti per ricostruire l’identikit del piromane.

Scampato il pericolo per le conseguenze ben peggiori che potevano scaturire dal gesto sconsiderato a Brolo compaiono mille interrogativi: quale può essere il motivo, vendetta personale, lavorativa o cosa? Criminalità, vandalismo o c’è altro? Determinanti saranno i risvolti dei prossimi giorni, che potranno chiarire molti punti oscuri della vicenda.

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close