bernarda

Palermo: Fondi Po/Fesr, Bernadette Grasso “Agenzia nazionale li sottrae a Sicilia”

bernarda
“A scapito del vincolo di territorialità, che destina la spesa dei fondi europei unicamente alle regioni “Obiettivo convergenza” (Sicilia, Calabria, Puglia e Campania), il Governo nazionale, attraverso l’“Agenzia” del ministero per la Coesione territoriale , ancora una volta, tenta di distrarre le risorse non ancora spese del Programma comunitario PO Fesr 2007/2013. Destinate comunque esclusivamente alla Sicilia”.

A lanciare l’allarme Bernadette Grasso, vice capogruppo all’Ars di Grande Sud-Pid.

“La neo Agenzia – spiega Grasso – prima ancora di avere adeguatamente definito i dettagli operativi, punterebbe a ridistribuire i fondi, dirottandoli verso altre regioni del Paese. Un disegno guidato, tra l’altro, da un ministro siciliano, Carlo Trigilia, che nella qualità di brillante accademico si è sempre mostrato convinto sostenitore di politiche di sviluppo locale e di programmazione a regia territoriale. Ma che oggi, nelle sue pratiche ministeriali, sembra promuovere strategie calate dall’alto, sconfessando quanto ha sempre professato”.

“A Palermo, infatti – sottolinea la vice capogruppo – il ministro Trigilia ha dichiarato di voler usare le risorse comunitarie in funzione antirecessiva, affiancando la Regione allo scopo di migliorare l’attuazione del Programma comunitario. Di fatto, la task force sta producendo come unico effetto una gestione delle risorse in ‘esclusiva’. Cosa che inevitabilmente depaupererà l’obiettivo del Programma europeo (di colmare il gap tra le regioni del Paese), privandoci di fondi e competenze”.

“Su questa vicenda faremo le barricate – precisa Grasso – e chiederemo di fare chiarezza al presidente della Regione. La discussione deve essere affrontata con estrema urgenza in aula per scongiurare il trasferimento di risorse che ci appartengono e che solo in Sicilia vanno investite”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close