Vincenzo Craccò

Capri Leone: il Rocca si raduna con un Craccò in più nel motore «Non temiamo nessuno»

Vincenzo Craccò

Nel pomeriggio di ieri è ufficialmente cominciata la stagione 2013/2014 per il Rocca di Capri Leone. Sotto un sole cocente, ventiquattro calciatori si sono allenati per la prima volta sotto la guida di mister Salvatore Bongiovanni, che già dal primo giorno non ha concesso sconti alla truppa.

«Ho trovato un gruppo motivatissimo – spiega il tecnico – e sono sicuro che con questa voglia possiamo fare bene. Il nostro obbiettivo è la salvezza ma se lavoriamo sodo da subito e remiamo tutti nella stessa direzione possiamo sorprendere e superare ogni avversario».

La prima fase della preparazione prevede un periodo di “ossigenazione”, una ripresa muscolare, e molto lavoro tattico a secco, prima di cominciare con le amichevoli estive. Al raduno di ieri mancavano Iuculano e Marandano, il cui futuro è molto incerto, visto che i due calciatori non hanno ancora trovato l’intesa con il club biancazzurro per il loro rinnovo.

Per la nuova stagione, mister Bongiovanni potrà però contare sull’acquisto nuovo di zecca dei “leoni”, Vincenzo Craccò, che nella tarda serata di ieri ha raggiunto l’accordo con il ds Germanotta per il suo trasferimento a Rocca.

Craccò, l’anno scorso pedina fondamentale per la promozione in Serie D dell’Orlandina, è un attaccante classe 1976 da sempre in grado di fare la differenza e in carriera ha indossato le prestigiose casacche di Noto, Trapani, Real Avola e Due Torri, oltre ovviamente a quella dei paladini. «Sono soddisfatto di questa scelta – racconta il nuovo bomber del Rocca -, qui trovo un allenatore che conosco e un gruppo di ragazzi che ha grandi potenzialità. Cercherò con la mia esperienza di instaurare una mentalità vincente e di far capire ai più giovani che con il lavoro niente è impossibile da ottenere. La squadra è già buona, la società potrebbe aggiungere qualche altro tassello e per questo sono molto fiducioso. Voliamo bassi e puntiamo innanzitutto alla salvezza, ma credo proprio che ci si possa togliere tante soddisfazioni. A Rocca l’ambiente è sereno e il mix tra giovani e giocatori di esperienza è un punto di forza. Sono un trascinatore e voglio dimostrarlo in campo e non a parole, la mia carriera parla già abbastanza per me. Lo dico con grande convinzione, noi non temiamo nessuno».

Oltre al colpaccio Craccò, il Rocca nei prossimi giorni dovrebbe ufficializzare l’arrivo di sette juniores. In più, il club del presidente Giacobbe è ancora sul mercato alla ricerca di un difensore di fascia e di una seconda punta per puntellare una rosa che è già comunque molto competitiva e che darà del filo da torcere a tutti nel corso del prossimo torneo di Eccellenza siciliana.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close