Andre Collins

Barcellona: Andre Collins si presenta «Sigma, ripagherò la tua fiducia»

Andre Collins

In pochi giorni l’acquisto del nuovo playmaker della Sigma Barcellona Andre Jerome Collins, nato a Crisfield in Maryland, ha fatto il giro di tutti i siti e le testate giornalistiche che si occupano della palla a spicchi.

Il trentenne ex Caserta ha già disputato due stagioni in Legadue contribuendo a portare in A1 la squadra bianconera. In Serie A, ha chiuso al terzo posto nella classifica marcatori (media di 17,5 punti), decimo in quella degli assist e secondo nelle palle recuperate.

Intervistato ai microfoni del sito ufficiale giallorosso, il folletto del Maryland ha spiegato perché ha scelto Barcellona e cosa si aspetta da questa stagione in Sicilia.

«Ho scelto Barcellona – ha detto Collins nella sua prima intervista giallorossa – perché ho sentito che era la migliore opportunità per me e per la mia famiglia. L’ambizione della società e la forte volontà di vincere del Presidente Bonina e di andare in serie A mi hanno convinto a sposare questo progetto. Non vedo l’ora di ripagare la fiducia che la società ha riposto nei miei confronti».

Collins ha poi parlato dell’ambiente barcellonese e del campionato di Legadue che la Sigma si appresta ad affrontare.

«Sono un giocatore che ha un solo obiettivo: fare sempre del mio meglio e aiutare i miei compagni e la mia squadra a vincere. Non conosco molto la città ma conosco abbastanza bene la società, durante i miei anni in Serie A e anche nel mio anno in Turchia ho sempre seguito la Legadue. La squadra di Barcellona è sempre stata abbastanza forte e tra le più attrezzate del campionato. La mia speranza è che questa sia la stagione in cui riusciremo ad andare oltre, migliorando il risultato della scorsa stagione».

Infine, le ultime parole del playmaker americano sono state spese per coach Perdichizzi e per lo staff giallorosso.

«Ho parlato con coach Perdichizzi telefonicamente. Lui e il General Manager Antonello Riva mi hanno spiegato gli obiettivi e i programmi del club e gli sforzi che la società sta intraprendendo per allestire una grande squadra competitiva. Sulla mia scelta finale ha pesato anche il consiglio di un mio grande amico, Omar Thomas. Omar ha giocato a Brindisi e mi ha detto grandi cose su coach Perdichizzi».

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close