goletta-verde

Mare pulito: Goletta Verde e i dati sul mare siciliano. Lungomare Ligabue sotto osservazione

goletta-verde
Goletta Verde la storica campagna estiva di Legambiente per la salvaguardia del mare e delle coste italiane che quest’anno giunge al venticinquesimo anno di età, bacchetta la sicilia, presentando il rapporto sul monitoraggio effettuato lungo le sue coste.

Le acque campionate dai biologi di Legambiente evidenziano la presenza di scarichi non depurati adeguatamente con presenze di valori di escherichia coli e enterococchi intestinali al di sopra dei valori consentiti dalla normativa vigente. L’istantanea regionale sulle analisi dell’equipe di biologi di Legambiente, è stata presentata a Siracusa da Rossella Muroni, direttrice generale Legambiente; Gianfranco Zanna, direttore Legambiente Sicilia; Paolo Tuttoilmondo, segreteria Legambiente Sicilia.
Secondo gli ambientalisti “ad un anno esatto dal passaggio di Goletta Verde nell’isola siciliana ancora nulla e’ stato fatto per rimediare alla disastrosa questione della depurazione “Oggi i comuni siciliani (che rappresentano il 52% del totale di comuni italiani condannati) hanno a disposizione – proseguono – oltre un milione di euro (1,1 miliardi) per risolvere i problemi strutturali e l’adeguamento dei sistemi depurativi dei comuni: ma i fondi Cipe, in scadenza a dicembre 2013, rischiano di non essere utilizzati a causa della mancata progettazione da parte degli enti preposti”.

Bocciata l’intera costa palermitana, non va meglio quella catanese. metà circa dei campionamenti effettuati con esiti negativi per le altre province.

Cinque i campionamenti in provincia di Messina, tutti risultati entro i limiti di legge, a partire dal comune capoluogo dove sono state analizzate le acque prelevate in localita’ Santo Saba – Contrada Mella, in prossimita’ di un tubo di scarico della spiaggia. Entro i limiti anche i prelievi nei comuni di Spadafora (localita’ Fondaconuovo, nei pressi della foce del fiume Boncoddo); Milazzo (localita’ Lungomare di Ponente, Ngonia Baia del Tono); e due a Barcellona Pozzo di Gotto (il primo in localita’ Caldera’, nei pressi della foce del fiume Mela, e il secondo in localita’ Spinesante, nei pressi del lungomare di fronte “Villa Maria”).

Già nel 2012, sempre nel Messinese, nel comune di Capo d’Orlando, in località Contrada Ligabue, presso la Spiaggia sul Lungomare, le analisi compiute da Goletta Verde hanno indicato la presenza di acque inquinate.

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close