PORTO: FIRMATO L’ACCORDO DI PROGRAMMA


Sottoscritto ieri sera in un’aula consiliare gremita l’accordo di programma per il completamento del “Porto delle Isole Eolie”. Così verrà battezzato infatti il porto di Villa Bagnoli che sarà completato entro 30 mesi dall’inizio dei lavori: “Per far sì che Capo d’Orlando diventi l’ottava Isola Eolia”, ha detto il sindaco Enzo Sindoni. Si tratta di un accordo di project-financing tra le imprese private che costituiscono l’ “Ati” e una pubblica amministrazione, che dopo 3 anni dal primo incontro con il Presidente della Regione Sicilia Raffaele Lombardo, ieri sera ha incontrato nuovamente le autorità per apporre le 6 firme sull’accordo che dovrà approdare in consiglio comunale per la ratifica entro un mese e andare in seguito in Gazzetta Ufficiale.

Il Presidente Lombardo con l'On. Laccoto

“Mi complimento per la tenacia, per l’impegno e per la partecipazione delle amministrazioni orlandine che si sono succedute nel tempo – ha dichiarato Lombardo – sono passati 40 anni dal lontano 1971, anno nel quale è iniziato l’iter burocratico che ci porta oggi a firmare questo accordo. Anche a Lipari si parla di un project-financing che assicurerà all’importante isola un approdo sicuro, da questo dipende il futuro dei nostri figli, dunque buon lavoro”.

Il presidente Lombardo durante la conferenza stampa

Lo scorso anno è stato avviato il cantiere con il dragaggio e la realizzazione dei tetrapodi, a febbraio si darà vita al progetto che prevede la realizzazione di 500 posti barca per una spesa di quasi 50 milioni di euro anche se inizialmente ne erano previsti 13 in meno. Ma le variazioni rispetto al progetto e alla convenzione iniziale sono anche altre e ce ne occuperemo nei prossimi giorni. Intanto Capo d’Orlando tutta festeggia la storica firma e finalmente, entro 30 mesi, l’opera che potrebbe seriamente risollevare le sorti di un paese ormai in evidente crisi turistica sarà ultimata.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close