DG Cipriano DS Magistro

Brolo: nuova sala stampa “Paolo Gullà” per la Tiger, il ds Magistro «Gettate le basi per un grande futuro»

DG Cipriano DS Magistro

Nella serata di ieri, presso lo stadio “Comunale” di Brolo, è stata inaugurata la nuova sala stampa della Tiger del presidente Nino Tripi. La saletta, sita sotto la tribuna dello stadio, è stata denominata “Sala Stampa Paolo Gullà”, in onore del giovane ragazzo brolese che in un tragico incidente perse la vita un anno fa.

Moltissimi tifosi e fedelissimi del club giallonero sono accorsi sul posto per ammirare la nuova saletta. Tra questi, ovviamente, il padre di Paolo, Pippo Gullà, allenatore in seconda dei “tigrotti”, visibilmente emozionato per la sorpresa fattagli dal club di Brolo.

A margine dell’inaugurazione della nuova e attrezzatissima sala stampa, abbiamo intercettato ai nostri microfoni il ds della Tiger Antonio Magistro (nella foto con il dg Salvatore Cipriano), che ci ha raccontato il “progetto” giallonero, parlando di mercato, di obbiettivi e della campagna abbonamenti che verrà presentata alla stampa nella serata di lunedì 22 luglio.

Ds Magistro, partiamo dalla scorsa stagione. Un bilancio tecnico e gestionale della Tiger 2012/2013?

«La scorsa stagione non è iniziata benissimo sotto la guida di mister Nardi. Avevamo forse costruito male la squadra, visto che eravamo troppi in alcuni reparti e troppo pochi in altri. Strada facendo, abbiamo deciso di interrompere il rapporto con il mister per motivi interni alla società e abbiamo puntato su un allenatore esperto e di primo piano come Santino Bellinvia. Abbiamo apportato diverse modifiche anche alla rosa e alla fine abbiamo vinto la Coppa di categoria e siamo arrivati settimi in campionato, causa anche l’imponderabile avvenuto nelle ultime due giornate che ci ha escluso dai playoff. Forse qualcuno parlerà di fallimento, la realtà è che abbiamo toccato l’apice del calcio brolese, almeno fino ad oggi».

Il primo tassello della nuova stagione è stato proprio mister Bellinvia. Scelta facile o trattativa impegnativa?

«Già sul finale della passata stagione avevamo deciso di comune accordo di continuare il nostro rapporto con il mister. Ovviamente ci siamo presi del tempo per riflettere e per limare insieme alcuni dettagli, ma alla fine abbiamo trovato un’intesa. Noi volevamo fortemente il mister sulla nostra panchina anche per questa stagione perché riteniamo sia l’uomo giusto per far crescere questa società dalle fondamenta. Abbiamo voglia di creare un club che sia solido e che possa darà lustro alla città di Brolo per tanto tempo, piuttosto che vivere di cicli di qualche stagione passata ai vertici, Bellinvia ci farà fare questo salto di qualità».

Tiger scatenata sul mercato. Soddisfatti dei vostri movimenti e cosa manca per completare la rosa?

«Siamo soddisfattissimi dei movimenti che abbiamo fatto fino ad ora. Abbiamo centrato tutti i nostri obbiettivi di mercato e crediamo di avere una squadra ben assortita e forte in ogni zona del campo. Dispiace di aver perso qualche giocatore per noi importante, in particolare dispiace per la partenza di Fabrizio Bontempo che era il capitano di questa squadra e a cui auguriamo il meglio possibile per il suo futuro a Mazzarrà, e per quella di Cristiano Parisi, un grande uomo oltre che un grande calciatore, ma abbiamo fatto scelte diverse. Per quel che riguarda gli ultimi pezzi, siamo già d’accordo con due juniores, un ’94 e un ’95, che saranno ingaggiati ufficialmente a breve e siamo ancora alla ricerca di un centrocampista di esperienza per rinforzare il nostro reparto di centrocampo».

Quali sono gli obbiettivi della Tiger per l’anno prossimo? E quelli per il futuro?

«Gli obbiettivi della Tiger 2013/2014 dipendono anche dalle avversarie che ci ritroveremo di fronte. In questo momento c’è molta incertezza sulla composizione dei gironi. Se il Siracusa non venisse ripescato in Serie D diventerebbe automaticamente la squadra da battere, per via del sontuoso mercato che stanno conducendo. Hanno appena ingaggiato Bonarrigo e Noto, due giocatori di primissimo piano per la categoria, e onestamente sarebbe una squadra illegale per l’Eccellenza. Noi abbiamo fatto sicuramente una buona squadra, non ci nascondiamo. Inutile dire che abbiamo le stesse ambizioni dell’anno scorso, cioè diventare la sorpresa o la mina vagante del torneo. L’obbiettivo minimo è migliorare il piazzamento della scorsa stagione, quando la situazione sarà più definita parleremo di traguardi reali e realistici. Sul futuro, stiamo cercando di gettare le basi non solo dal punto di vista tecnico, ma anche dal punto di vista gestionale e organizzativo. Saremo una delle poche squadre che farà il ritiro precampionato fuori dal paese di appartenenza (a Fondachelli Fantina dal 29 luglio, ndr), in più, abbiamo creato uno staff anche al di fuori della squadra in sé, composto da magazzinieri, addetti stampa e responsabili marketing, per poter avere sempre una nostra identità, a prescindere dal torneo cui la Tiger prenderà parte».

Lunedì presenterete la campagna abbonamenti in vista della prossima stagione sportiva. Qualche retroscena?

«Lunedì 22 luglio alle ore 18 presso la nostra nuova sala stampa “Paolo Gullà” verrà presentata la campagna abbonamenti per la stagione 2013/2014, intitolata “Don’t stop me now”. Il titolo spiega benissimo le nostre intenzioni: non vogliamo fermarci qui. Per farlo, però, abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti. Lunedì il nostro addetto stampa Giuseppe Buonocore, insieme al dg Salvatore Cipriano, spiegheranno modalità e costi di questa campagna abbonamenti. Cercheremo di agevolare in ogni modo i tifosi, provando ad instaurare la mentalità dell’abbonamento piuttosto che del biglietto. Vogliamo un “Comunale” sempre pieno e pronto ad incitare una squadra che farà sicuramente bene e che grazie al suo pubblico potrà togliersi grosse soddisfazioni».

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close