08

C. d’Orlando: avvisi di garanzia depuratore, interviene Legambiente Nebrodi

08
Il provvedimento del Tribunale Patti, si legge in un comunicato diffuso da Salvatore Granata di Legambiente Nebrodi, che ha disposto il sequestro del depuratore di Capo d’Orlando accerta gravi irregolarità nella gestione dell’impianto e le altrettanto gravi conseguenze sulla salubrità e sulla qualità delle acque marine e spiega quanto molti bagnanti hanno avuto modo di rilevare direttamente.

Il superamento di 1.400 volte il limite di legge di alcuni agenti inquinanti è un dato inquietante che segnala in modo macroscopico il cattivo funzionamento del depuratore di Capo d’Orlando.

Il mare di Capo d’Orlando, continua Salvatore Granata, è la principale risorsa turistica della Città. Assicurare acque marine limpide e non inquinate è un dovere primario dell’amministrazione comunale, sia per tutelare la salute dei cittadini sia garantire i presupposti indispensabili allo sviluppo dell’economia turistica.

Grazie all’inchiesta è pure emersa la spregiudicata gestione dei fanghi provenienti dall’impianto di depurazione che, anziché essere smaltiti venivano mischiati con i rifiuti organici domestici destinati al compostaggio.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close