cancello porto

C. d’Orlando: al porto pontili ancora chiusi

cancello porto
Un’ordinanza del sindaco di Capo d’Orlando, qualche giorno fa, sembrava aver risolto il problema legato al ritiro della concessione demaniale da parte della Regione Sicilia per consentire i lavori di completamento del porto. Nel documento emesso dal primo cittadino si ordina all’associazione sportiva Motonautica e Velica del Tirreno, alla Recoop srl e alla Nautica Pintaudi di proseguire l’attività all’interno del bacino portuale “fino all’inizio effettivo dei lavori di completamento”, garantendo il “servizio turistico”, ma anche “le attività di ricerca e soccorso”. Al momento, però, tutto sembra rimasto come prima.

Questa ordinanza scaturisce dall’accordo stipulato tra le società che gestiscono i pontili ed il Sindaco Enzo Sindoni che ha portato al ritiro dei ricorsi amministrativi presentati contro la revoca della concessione demaniale.

Ieri però il cancello che immette al pontile era ancora chiuso ed un cartello indicava che le imbarcazioni devono essere rimosse immediatamente. Numerosi diportisti così, credendo che l’attività portuale fosse ripresa, sono stati ricevuti dalla spiacevole sorpresa di dover rimandare il rimessaggio della propria imbarcazione.

Può un’ordinanza sindacale intervenire su proprietà demaniale? La domanda sembra legittima visto che l’intera area del porto, ancora in attesa dell’inizio dei lavori, risulta, ad oggi, del demanio marittimo e non del comune.

Insomma pare che la situazione non sia cambiata e che tutto sia rimasto come prima e cioè che l’inizio dei lavori di completamento sembra lontano, i pontili non accessibili, e la struttura sempre più desolatamente vuota.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close