enzo_sindoni_pp

SINDONI A GIUDIZIO PER IVA NON VERSATA CON L’ORLANDINA BASKET


Enzo Sindoni è stato citato a giudizio davanti al tribunale di Sant’Agata Militello il prossimo 3 ottobre alle ore 9, stesso giorno della prima udienza del processo che vede imputato Fabrizio Ingemi per l’ammanco alla Carige. L’accusa per l’attuale sindaco di Capo d’Orlando è di “aver, quale rappresentante legale della ditta Orlandina Basket…relativamente all’anno d’imposta 2007, omesso il versamento dell’imposta sul valore aggiunto, dovuta in base alla dichiarazione annuale, per un ammontare complessivo pari a € 438.131,00. Fattispecie aggravata dalla recidiva reiterata”. Contestati dunque gli articoli 99 del codice penale e 10 ter del decreto legislativo 74 del 2000. La vicenda in questione riguarda gli stessi anni dell’esclusione della società paladina dai campionati di basket ma non sembra coincidere. Infatti a quei tempi i mancati pagamenti contestati a Sindoni su segnalazione della Com.Tec. riguardavano irregolarità nei versamenti dei contributi Enpals per il periodo 2001/2007 mentre la cirtazione a giudizio interessa i mancati versamenti dell’IVA. Di conseguenza questa ulteriore tegola va ad aggiungersi alla già intrigata e poco chiara storia della radiazione.  A difendere Sindoni sarà l’avvocato Carmelo Occhiuto mentre la parte offesa è, naturalmente, l’amministrazione finanziaria dello Stato. La pena per questo genere di reati varia dai 6 mesi ai due anni di reclusione come previsto dall’articolo 10bis del decreto legislativo 74/2000. Dopo la radiazione dai campionati a Sindoni e all’Orlandina fu contestata anche la frode sportiva dalla procura federale e dopo il deferimento alla commissione giudicante nazionale l’Orlandina basket chiese la disaffiliazione dalla Fip. Nel 2009 la società ha cambiato nome e consistenza affiliandosi nuovamente alla Fip con Francesco Venza presidente.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close