lipari

Eolie: 12 denunce dopo massiccia operazione di controllo

lipari
Nell’ambito di una specifica campagna di prevenzione dei reati, su precise direttive del Comando Provinciale Carabinieri di Messina, i Carabinieri della Compagnia di Milazzo, con l’importante supporto specialistico fornito dai Carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Catania, hanno attuato sul territorio dell’arcipelago eoliano un piano di prevenzione e di contrasto dei reati al fine di assicurare, anche in vista del periodo estivo adeguati standard di sicurezza a cittadini e turisti.

L’intensa azione di monitoraggio del territorio che ha visto impegnati oltre 20 Carabinieri ha consentito passare al setaccio i centri abitati delle isole di Lipari, Vulcano e Salina.

In particolare, i militari dell’Arma di Milazzo:

–     sull’isola di Lipari, hanno denunciato in stato di libertà:

  • una donna 39enne di Catania, legale rappresentante di una ditta di distribuzione di farmaci ed un uomo di 41 anni, autista, per aver trasportato farmaci, fra cui 50 vaccini, a bordo di automezzo della predetta ditta, ad una temperatura superiore a quella prevista;
  • una ristoratrice del luogo di 53 anni, per avere commercializzato prodotti surgelati spacciandoli per freschi.

Nel medesimo contesto operativo, inoltre, i militari dell’Arma hanno effettuato diversi controlli presso alcuni esercizi commerciali, ed in particolare presso due pizzerie ed una gelateria, tutti ubicati nel centro storico del Comune di Lipari (ME), dove, all’esito degli accertamenti i Carabinieri hanno elevato sanzioni amministrative:

  • per la mancata attuazione del piano di autocontrollo (sanzione amministrativa elevata pari a 2.000,00 euro);
  • per vendita di gelati confezionati privi della prescritta autorizzazione amministrativa;
  • per vendita di prodotti privi del relativo cartello indicate gli ingredienti.

 

–     sull’isola di Vulcano, hanno denunciato in stato di libertà sette soggetti, tra cui cinque individui di nazionalità marocchina, per inosservanza di un provvedimento dell’Autorità. Nella circostanza, per tutti i prevenuti è scattata anche una sanzione amministrativa, per aver abusivamente esercitato commercio su aree pubbliche.

Anche sull’isola di Vulcano i Carabinieri hanno effettuato diversi controlli presso alcuni esercizi commerciali, ed in particolare, nel corso delle verifiche effettuate presso un bar-pizzeria, al titolare veniva contestata la sanzione amministrativa pari ad euro 1.000,00, per carenze igienico sanitarie riscontrate nel locale cucina e nel deposito degli alimenti. 

–     sull’isola di Salina, hanno proceduto al controllo di una trattoria al cui titolare è stata contestata una sanzione amministrativa pari ad euro 1.500,00, per aver modificato i locali dell’esercizio commerciale, per avere modificando il locale deposito-spogliatoio in camera da letto e per avere destinato i locali bagno ad uso personale in locali bagno ad uso familiare, nonché per la mancanza di un locale spogliatoio, di bagni, servizi igienici per il personale addetto alla trattoria. Nella circostanza, a seguito delle accertate modifiche apportate e delle carenze strutturali, i Carabinieri hanno inoltrato alle competenti autorità la proposta di chiusura dell’esercizio commerciale.

Inoltre, nell’ambito dell’attività antidroga, i militari dell’Arma della compagnia mamertina hanno segnalato quale assuntore i sostanze stupefacenti un soggetto, il quale nel corso di una perquisizione personale è stato trovato in possesso un modico quantitativo di droga, che è stata sottoposta a sequestro.

Nel medesimo contesto operativo, i Carabinieri, che hanno sottoposto a controllo oltre 70 tra auto e motoveicoli, hanno altresì elevato 20 contravvenzioni per violazioni del Codice della Strada, per un importo complessivo di circa 5.000,00 euro.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close