foto bevacua

Naso: un week end di fuoco in Piazza

foto bevacua
La querelle Letizia- Bevacqua , scoppiata improvvisa ma in maniera virulenta , sembra destinata ad incendiare l’estate nasitana ed a catalizzare l’interesse dei propri concittadini. Alla dichiarazione d’indipendenza del presidente del Consiglio che indicava nella poca trasparenza (e nella gestione “trina” Letizia-Costantino-Nanì) il bivio fondamentale  buono a separare la sua strada da quella dell’amministrazione , e arrivata puntuale la risposta del primo cittadino   che in maniera politicamente poco ortodossa non le ha certo mandate a dire al presidente Bevacqua , addebitando allo stesso comportamenti inclini al protagonismo politico ed alla svogliatezza amministrativa. Inevitabili le spaccature nell’opinione pubblica nasense , con i favorevoli ed i contrari  (forti delle loro argomentazioni ) che si sono dati battaglia nel rivendicare le proprie ragioni. Meno incerta e la disputa sui toni , che ha visto non pochi supporter del sindaco fare un passo indietro davanti ad un’ attacco apparso troppo violento , incentrato sulla persona e di scarsa rilevanza politica. I più si auspicano che lo stesso primo cittadino sappia riprendersi dal clamoroso autogol e sin dalla prossima uscita pubblica ( il comizio che lo stesso Letizia terrà Sabato 22 giugno n.d.r.) riporti lo scontro nel campo squisitamente politico ed amministrativo senza ulteriori derive da “stracci in faccia” come nella tradizione  delle peggiori comari.

Intanto non si è fatta attendere la reazione del gruppo consiliare di minoranza che tramite il proprio capogruppo Massimo Calanna ha diramato un comunicato ,in cui si stigmatizza l’esagerata risposta del primo cittadino ed esprimendo chiaramente la propria solidarietà al Presidente Bevacqua ed  il cui testo riportiamo integralmente. Il gruppo consiliare di minoranza del comune di Naso, dopo aver appreso della nota presentata dal consigliere Bevacqua, con la quale ha ufficializzato la propria indipendenza dal gruppo consiliare di maggioranza, motivandone le ragioni, ci è apparsa estremamente esagerata la replica da parte del primo cittadino. Le parole del sindaco Letizia, suscitano molteplici perplessità in quanto, non ci è dato comprendere il motivo per il quale il primo cittadino si sia lasciato andare ad un attacco personale che riteniamo assolutamente inopportuno, esprimendo valutazioni che oltre a risuonare offensive risultano inappropriate davanti ad un atto trasparente ed ufficiale di chiarimento della propria posizione politica che è del tutto legittimo e motivato.  Per tali ragioni il gruppo consiliare di opposizione si sente in dovere di esprimere la propria solidarietà al consigliere Bevacqua, auspicandosi che vengano sempre garantiti il confronto ed il funzionamento delle regole della democrazia.

Gli ingredienti per un  contesto politico in evidente fibrillazione ci sono tutti, e che con grande probabilità preannunciano  un week-end all’O.K. Coral in Piazza Lo Sardo con il Sindaco che come preannunciato nella propria risposta , aprirà la contesa Sabato 22 Giugno (ad oggi non conosciamo l’orario n.d.r.) . A 24 ore di distanza (Domenica 23 Giugno alle ore 19,00) sarà il turno del presidente del Consiglio ribadire le motivazioni della propria fuoriuscita dalla maggioranza e ribattere alle accuse di Letizia. Lo stesso Bevacqua utilizzando i social network , ha voluto indirizzare un messaggio ai propri amici e sostenitori un messaggio che certamente non lascia spazio a ripensamenti e di cui riportiamo il testo :- “Amico mio … immagino sarai al corrente delle ultime vicende della vita politica nasitana. Ho dichiarato la mia indipendenza dal gruppo consiliare di maggioranza inviando una nota dal carattere squisitamente politico (come facilmente verificabile nei siti d’informazione online: glpress.it , 98zero.com, ecc.ecc.). In cambio, il primo cittadino ha risposto a quella nota con una lettera piena di insulti (come verificabile negli stessi siti sopra citati). Ho sempre sostenuto che dottori si diventa … ma signori si nasce! Ascoltando qualcuno di voi che mi ha espresso la totale solidarietà (ed al quale va il mio totale ringraziamento), mi sono sentito dire: “ è stato pesante, poteva risparmiarsela!” Alla luce di ciò sento il dovere di chiarire ulteriormente la mia posizione. Se il sindaco avesse utilizzato termini più civili, lasciando immutata la sostanza della lettera, la situazione non cambiava di molto. Quella lettera, BADATE BENE, è incivile nei toni e FALSA nei contenuti!!!!! Nel comizio che terrò domenica 23 giugno, alle 19.00, in P.zza Roma, ed al quale t’invito, smonterò pezzo per pezzo quella lettera! Grazie di avermi dedicato la tua attenzione! Ivan 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close