“VILE ATTO INTIMIDATORIO”


Con un comunicato stampa la Legacoop Sicilia stigmatizza l’incendio dell’autovettura di Cono Galipò (nella foto tratta da amnotizie.it), amministatore delegato di Lampedusa Accoglienza e già consigliere comunale di Capo d’Orlando, come una “vile azione intimidatrice”. Di seguito il comunicato stampa integrale:

“La vile azione intimidatrice nei confronti dell’Amministratore Delegato di Lampedusa Accoglienza è un episodio inquietante che si inserisce nella grave situazione dell’isola, che ha determinato il giusto risentimento della popolazione nei confronti di atti delinquenziali e criminali di cui si sono macchianti gruppi di immigrati, frutto anche dei limiti e delle carenze del governo nazionale. La gestione del Centro da parte del Consorzio di cooperative si è sempre distinta per la sua azione umanitaria, di solidarietà e nel perseguire rapporti di amicizia e di comprensione da parte dei cittadini di Lampedusa nei confronti del dramma dell’immigrazione. La Legacoop nel condannare le azioni criminali che hanno devastato il centro fa appello alla popolazione di Lampedusa perché rimanga coerente con le sue  civili tradizioni di accoglienza e di tolleranza e di isolare ogni forma di odio e di razzismo che si sono manifestate con l’atto violento nei confronti dell’Amministratore Delegato di Lampedusa Accoglienza Cono Galipò”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close