IMG_3636

Gioiosa Marea: riti satanici, La Monica “Non è la prima volta, situazione preoccupante”

IMG_3636
“Non è la prima volta che succede a Gioiosa Marea. Sin dagli inizi degli anni ottanta sono stati scoperti atti del genere e la questione assume adesso toni davvero preoccupanti”. A dichiararlo è il Vice Sindaco del Comune gioiosano Teodoro La Monica da noi contattato. La gravità dell’atto scoperto ieri pomeriggio assume toni ancora più preoccupanti, sempre secondo La Monica, perché avvenuto proprio alle porte della colonia estiva che sta per essere aperta alla frequenza dei bambini, presso il salone della Chiesa “Gesù Buon Pastore” di Gioiosa Marea.

Senza-titolo-14

Intorno alle 16,00 , una signora che stava per pulire la sala che dovrebbe ospitare i bambini per l’imminente colonia estiva, ha ritrovato dei chiari segni inequivocabili di un vero e proprio rito satanico.
Secondo una prima e sommaria ricostruzione, come riportato dal sito www.gioiosani.it, delle persone sarebbero entrate tra la notte di martedì 11 e mercoledì 12 giugno, sfondando  una delle porte in adiacenti il  campetto di calcio di piazza Claudio Villa. Esattamente prima rompendo un pezzo di vetro e poi utilizzando un bastone o il manico di una triciclo per bambini ritrovata sul posto, avrebbero fatto leva dall’esterno sul maniglione antipanico, aprendo facilmente l’uscita di emergenza. Una volta entrati dentro il salone, del tutto indisturbati, hanno preparato un vero e proprio “altarino del diavolo” utilizzando e infierendo contro l’inerme crocifisso appeso al centro della sala, posizionandolo sottosopra.

IMG_3612

Sul posto sono state ritrovate diverse croci realizzate con dei bastoni, un foglietto di un giornale ecclesiastico con l’immagine della Madonna bruciata, e una foto di tre preti con i volti ed il corpo sfregiati simbolicamente con dei chiodi ed un taglierino.

IMG_3646

Su un tavolo sono stati incisi dei chiari riferimenti alla simbologia satanica, ossia il numero 6 ripetuto per tre volte, una croce sottosopra ed un’altra a forma di svastica nazzista. Presenti incisi sul tavolo anche dei simboli fallici. Intorno al Cristo, sono state posizionati 3 bicchieri ricolmi di sabbia, che molto probabilmente hanno ospitato delle candele che pero’ non sono state ritrovate sul posto. La croce è stata sporcata con della vernice, della cera, e presa di mira con dei chiodi.

IMG_3638

Non è la prima volta che la Chiesa del Buon Pastore viene presa di mira, ma mai si era arrivato a tanto: infatti, secondo www.gioiosani.it,  in ricorrenza del Santo Natale, i soliti ignoti erano riusciti ad entrare dentro la Chiesa mettendo a soqquadro l’altare e le statue del presepe presenti. Curiosa coincidenza, ma non di secondaria importanza, il ritrovamento qualche giorno fa di una spina elettrica volutamente messa in corto circuito per evitare che si potesse accendere la luce nel salone stesso. Praticamente in una presa secondaria, ben nascosta da un frigorifero, era stata inserita una spina da “abat jour” con i fili della luce sfilettati ed arrotolati tra loro, per mettere in corto circuito l’intero sistema.

IMG_3650

Da segnalare altri due strani ritrovamenti nel salone: una rudimentale pistola, costruita con un tubo inserito nell’anima di un rotolo di carta igienica, e in un lavandino del bagno un termometro rotto. Sul posto sono intervenuti immediatamente i carabinieri coordinati dal Comandante della Stazione locale Maresciallo Santo Fazio, che stanno esaminando minuziosamente il luogo per trovare eventuali prove, con l’ausilio dei colleghi del Reparto Investigazioni Scientifiche, senza tralasciare alcuna eventualità. Preoccupazione anche tra i residenti della zona della marina che, pur non essendosi accorti di strani movimenti o rumori sospetti, non riescono a spiegare un gesto così destabilizzante.

IMG_3652

Secondo il Vice sindaco Teodoro La Monica la scoperta di ieri denota un disagio giovanile non indifferente e su cui bisogna attentamente indagare. Intanto le forze dell’ordine stanno seguendo il caso e l’Amministrazione Comunale non intende sbilanciarsi se prima non giungo risultati dalle indagini.

Le foto sono state tratte dal sito internet www.gioiosani.it

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close