7104_10200892191219969_1680553256_n

Gliaca di Piraino, calcio: Due Torri-Torrecuso a porte chiuse, proteste biancorosse

7104_10200892191219969_1680553256_n

Ha del sorprendente il comunicato odierno della LND in riferimento alla sfida Torrecuso-Due Torri, che nella giornata di domenica ha visto i padroni di casa imporsi non senza difficoltà per 3-1 contro gli ottimi pirainesi di Alacqua nella finale d’andata dei playoff nazionali di Eccellenza.

Nella nota del notaio Francesco Riccio, assistito dal rappresentante AIA Antonio Sauro, si legge che la formazione messinese, oltre ad un’ammenda di 1000 euro, dovrà scontare la squalifica del campo per un turno, con decorrenza immediata, a causa di intemperanze da parte dei propri tifosi.

Le motivazioni del provvedimento sembrano ai siciliani quantomai forzate. Secondo il giudice sportivo, infatti, i sostenitori biancorossi presenti sulle tribune del campo campano avrebbero fatto oggetto di lanci di pietre, termini ingiuriosi e getti d’acqua uno degli assistenti arbitrali del signor Meloni di Carbonia. In più, sempre lo stesso guardalinee avrebbe evitato personalmente a fine gara svariate bottiglie d’acqua da mezzo litro a suo avviso lanciate in campo per colpirlo.

La reazione sdegnata dei tifosi del Due Torri non si è fatta attendere, con tanti supporters biancorossi imbufaliti per una decisione che ai più è sembrata una sorta di compensazione verso i sanniti. Il Torrecuso, infatti, è stato a sua volta penalizzato durante la stagione da una decisione molto particolare della Lega riguardo la posizione di un tesserato della formazione rivale del Vico Equense, Angelo Teta. Il Vico ha vinto il campionato proprio davanti al Torrecuso che però attende per domani l’esito del ricorso su una vicenda che ha davvero del paradossale.

I tifosi messinesi sono noti per il loro calore e il loro attaccamento alla maglia ma si sono sempre contraddistinti anche per la loro correttezza sportiva. Per il Due Torri domenica sarà quindi ancora più dura rimontare lo svantaggio accumulato in Campania senza l’aiuto del proprio pubblico, vero dodicesimo uomo in campo della formazione pirainese nella corsa biancorossa verso la Serie D. Nonostante un “Vasi” vuoto, comunque, la squadra di mister Alacqua ha tutte le carte in regola per poter ribaltare una situazione che è fin troppo punitiva nei confronti di una società storicamente inappuntabile sotto tutti i punti di vista e di una tifoseria passionale ma sempre leale nei confronti degli avversari.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close