FIRMO, VOTO, SCELGO ANCHE A CAPO D’ORLANDO

 
“In un momento drammatico come questo, con il Governo italiano commissariato dall’Europa, il Paese ha più che mai bisogno di un Parlamento pienamente rappresentativo, capace di prendere decisioni impegnative ma condivise da tutti.
Affidando la nomina dei parlamentari a pochi capipartito, la legge elettorale che chiamiamo “Porcellum” li ha separati dai cittadini, facendoli apparire come una casta di privilegiati. Vogliamo impedire che la “legge porcata” sporchi anche il prossimo Parlamento: lo dicono in troppi da 6 anni, ma il porcellum è ancora lì. Firmate per consentire al popolo di abrogarla. Firmate per ridare al cittadino il diritto costituzionale di scegliere i propri rappresentanti attraverso i collegi uninominali. Firmate per rafforzare e migliorare il sistema bipolare italiano e assicurare l’alternanza politica, consentendo ai cittadini di scegliere i parlamentari e chi deve governare il Paese.
Così, si è espresso il comitato referendario “Firmo. Voto. Scelgo”, in merito alle due richieste di referendum, ( presentate alla Corte di Cassazione, l’11 luglio 2011), che tendono ad abrogare la “legge Calderoli”, dal nome del Ministro proponente, conosciuta universalmente col nome di “porcellum” o di “legge porcata”, come la definì lo stesso Roberto Calderoli poco dopo l’approvazione parlamentare. La campagna referenderia che mira al traguardo delle 500mila firme, necessarie alla indizione del referendum, ha avuto inizio il 4 agosto scorso e si dovrà concludere entro giorno 30 settembre, data prevista per la consegna alla cancelleria della Cassazione di almeno 500mila firme valide. Mancano pochi giorni alla scadenza e le firme già raccolte risultano essere più di 435mila. Se si considera il breve tempo avuto a disposizione, il risultato va oltre le aspettative del comitato referendario. Ma si può ancora votare!

Il consigliere Alessio Micale promotore della raccolta firme

Per i residenti a Capo d’Orlando il Comune ha messo a disposizione, presso la segreteria comunale, tutti i moduli. Basta recarsi nell’ufficio del Segretario Matasso con un documento d’identità per contribuire con una firma. Un contributo speciale alla raccolta firme, è stato dato anche dal consigliere comunale Alessio Micale, che ieri pomeriggio, domenica 18, nella Piazza Matteotti, ha allestito un banchetto informativo per pubblicizzare l’iniziativa e raccogliere le firme degli interessati. Molta gente, spinta dalla
curiosità o dalla coscienza sociale, si è fermata a firmare e a chiacchierare, creando, così, una bella atmosfera di confronto. Micale, soddisfatto, si è così espresso :”La raccolta delle firme è andata benissimo. Il popolo è più intelligente e critico, non vuole più dare deleghe in bianco ad una politica che non lo rappresenta.”

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close