NOTTE BIANCA: CLAMOROSA PROTESTA


La “Notte del Sorriso” è stata un successo indiscutibile. Migliaia le persone che si sono riversate per le vie del centro per assistere agli spattacoli dei cabarettisti e ai concerti di Gazzè ed Errore. Ma proprio sulla questione lagata alla delimitazione dell’area interessata dall’evento, una clamorosa, ma pacifica, protesta non mancherà di sollevare polemiche e peggiorare il già precario rapporto tra commercianti e Amministrazione Comunale.

Il cartello esposto durante la Notte bianca

Una ventina di attività commerciali poste sulla Via Piave hanno esposto un cartello ironizzando sulla posizione del “centro” paladino e indicando il luogo dove si svolgeva la notte bianca soltanto a “50/70 metri di distanza”.

Il cartello esposto durante la Notte bianca

Negozi di abbigliamento, calzature, bigiotteria, alimentari, insomma davvero tutti in quel tratto di strada non hanno gradito la dislocazione dell’evento.

Il cartello esposto durante la Notte bianca

In effetti, sino a qualche anno fa, la zona interessata dalla protesta, che dal Campo dei Pini porta sino a Via Roma, era costantemente interessata da manifestazioni di interesse collettivo proprio grazie alla presenza di un’area destinata, questa estate, a parcheggio per le auto.

Il cartello esposto durante la Notte bianca

Non è stata una protesta della “periferia” orlandina che per forza di cosa viene costantemente trascurata nell’organizzazione di eventi del genere, ma di una Via centralissima che però ha vissuto la “Notte del Sorriso” senza trovarci da ridere.

Il cartello esposto durante la Notte bianca

 

Il cartello esposto durante la Notte bianca
Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close