Naso: Alcol e giovani. Giornata studio con i ragazzi della scuola media dell’I.C. di Naso

100_4167_mod

Penultimo appuntamento ieri al cineauditorium di Naso per il progetto “Una rete contro l’alcol” organizzato dal Distretto Socio-Sanitario n.31 di Sant’Agata Militello in collaborazione con l’Associazione Culturale “Koinè” e la cooperativa sociale “Crescere Insieme”.

100_4108_mod

Una mattinata densa di attività che ha visto gli alunni delle classi prima,seconda e terza media sez. A e B non solo spettatori ma anche protagonisti attivi di un dibattito/manifestazione che mira ad informare e sensibilizzare giovani e famiglie sui rischi derivanti dall’uso e abuso dell’alcol in particolare in giovanissima età.

100_4109_mod

Il primo intervento ha visto salire sul palco il consigliere Nanì che ha portato i saluti dell’amministrazione comunale nonché ringraziato la cooperativa e sottolineato l’importanza di conoscere le problematiche legate ai disagi della convivenza quando c’è un problema che può essere l’alcolismo e che queste tipologie di iniziative devono essere sempre più portate avanti con il comune tramite i servizi sociali, con le parrocchie e con le scuole. Molto importante l’annuncio fatto dal capogruppo della maggioranza sulla creazione di un sito internet, disponibile e consultabile già da una settimana circa, denominato “La città sociale” che funge da sportello famiglia per la città di Naso e mette a disposizione molti servizi per il cittadino.

100_4118_mod

A seguire per l’aspetto tecnico-scientifico riguardante i rischi dell’alcol è intervenuta la dott.ssa La Galia, medico di Medicina Generale, mostrando dati Istat che indicano un aumento notevole di consumo di alcol da parte degli adolescenti, fascia di età compresa dagli 11 a 17 anni, e la percentuale altissima di morti per incidenti stradali che hanno come causa l’alcol (nel 2011 gli incidenti stradali con lesioni a persone rilevati in Sicilia sono stati 13.283, in media circa 36 al giorno, e hanno causato il decesso di 271 persone e il ferimento di altre 20.129. – Fonte archivio Istat.it – ).

100_4129_mod

L’assunzione di alcol da parte di adolescenti porta a turbe comportamentali: irritabilità, svogliatezza, scontrosità ingiustificati. A livello fisico un abuso di bevande alcoliche, in particolare i miscugli dei cocktail oltre a varie sostanza nocive all’organismo rilascia l’etanolo una sostanza che viene metabolizzata dal fegato ma che col tempo lo intossica portando ad una degenerazione alcolica epatica. Se l’andamento peggiora e diventa così maligno si va incontro a cirrosi epatica; altri disturbi e patologie si ripercuotono su stomaco,duodeno, pancreas… altro grande problema è il venir meno dell’assorbimento delle vitamine, soprattutto del gruppo B, fondamentali per la creazione di globuli rossi e che può portare conseguentemente a disturbi mentali e psichici. Diffusissima, perché di moda, l’alimentazione definita compulsiva: i ragazzi, per sentirti più disinvolti e accettati dal gruppo, o per superare la timidezza con il potenziale partner, bevono senza mangiare provocando danni irreversibili all’organismo.

 100_4142_mod

Eleonora Mangano psicologa della cooperativa “Crescere Insieme” ci spiega la tipologia innovativa di approccio ai giovani che è quello di ‹ parlare loro attraverso il teatro. Viviamo in luoghi nei quali si convive senza condividere. Non si utilizzano divieti in questo percorso ma conoscenza perché per crescere bisogna scegliere ›.

 100_4154_mod

Durante la seconda parte del progetto sono state realizzate piccole scenette sui rischi e i drammi familiari causati dall’alcol, tra cui i ragazzi della scuola media e un gruppo di ragazze del liceo scientifico di Capo d’Orlando che sta continuando il progetto educativo itinerante nelle scuole.

Al termine dell’incontro gli studenti sono stati invitati ad una attività interattiva volta a stimolare l’apprendimento e la produzione di ciò che avevano ascoltato e visto attraverso la formulazione di frasi/slogan e pensieri e la creazione finale di un cartellone per classe da poter esporre nella propria scuola.

 100_4162_mod

 A breve uscirà nei comuni un opuscoletto sul lavoro svolto in tre anni dalla cooperativa e completo di dati e rilevamenti su incidenza minorile di abuso di alcol. Sarà gratuito e disponibile nelle sedi dei servizi sociali.

Print Friendly



Articoli Correlati

Close