20130520_123228

C. d’Orlando: presentata la tre giorni “Il Sapere del Corpo”, weekend culturale con inversione di tendenza

20130520_123228

Alle 12 di stamane, nell’ufficio del sindaco di Capo d’Orlando Enzo Sindoni, sono stati illustrati i particolari della tre giorni dedicata alla Bioetica di “Cogitazioni”, con tema “Il Sapere del Corpo”. L’associazione culturale di Bioetica, in collaborazione con il Liceo classico/scientifico “L. Piccolo” di Capo d’Orlando, il dipartimento di Scienze Cognitive dell’Università degli Studi di Messina e la “OThiasos” TeatroNatura di Roma, oltre ovviamente all’amministrazione Sindoni, ha infatti organizzato tre giorni di seminari e laboratori di ricerca che si svolgeranno tra Messina e Capo d’Orlando nei giorni 23, 24 e 25 maggio.

Il primo incontro andrà in scena giovedì 23 nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Cognitive dell’Università di Messina, sito in via Concezione 8, incontro che al suo interno vedrà una ricca mostra fotografica di Alessandro Licata, allestita da Giulia Drogo, relativa al progetto di ricerca di Giusi Venuti.

La stessa dottoressa Venuti durante l’incontro ha tenuto a precisare alcune importanti questioni: «Ringrazio innanzitutto il Comune di Capo d’Orlando che ha dato una grande possibilità a me e ai ragazzi che ho seguito e questa non è una cosa di poco conto. Sono arrivata a Capo d’Orlando perché trovavo una certa difficoltà nella ricerca dal punto di vista dell’Etica. Fare Etica, infatti, non significa fare catechismo, significa trovare delle modalità di lavoro, di espressione e di ricerca sulle strutture psicofisiche delle persone che le portino a sostenere il peso delle cose che si dicono. L’Etica, dunque, non è una dottrina che cala dall’alto. La mostra fotografica è importante perché dà delle istantanee di quello che è stato un percorso che ancora non è concluso. Tramite questi scatti possiamo far vedere concretamente alla gente come i ragazzi impegnati nel progetto siano davvero cambiati e cresciuti. La cosa eccezionale di questo percorso è che, per una volta, c’è un’inversione di tendenza. Non si parte dall’Accademia per arrivare a contaminare il piccolo centro, ma è l’opposto, questo per dimostrare che in questo campo si può partire benissimo dal basso». 

20130520_123205

Anche per il concetto di “fare teatro” ci sarà un’inversione di movimento. Non saranno infatti i partecipanti a dover andare a teatro ma saranno filosofi e attori, uniti, ad andare dentro lo spazio culturale delle scienze cognitive. “Il Sapere del Corpo” è perciò un progetto di ricerca e formazione che ha come scopo quello di fondere due mondi spesso tra loro separati: la ricerca filosofica nell’ambito dell’etica ed il teatro. L’idea nasce dalla volontà di offrire uno strumento di comprensione teorico e pratico insieme, in modo da integrare il “sapere” e il “saper fare” con il “saper essere”.

Venerdì 24 maggio la tre giorni culturale si trasferirà poi alla Pinacoteca Comunale di Capo d’Orlando. Dalle 10 alle 17, infatti, si terrà il laboratorio condotto da Sista Bramini e Camilla Dell’Agnola e il giorno seguente, sabato 25, sempre alla Pinacoteca, dalle ore 9 si svolgerà un convegno conclusivo che replicherà il primo incontro messinese.

«Sabato 25 maggio – spiega il responsabile alla cultura Giacomo Miracola – vedrà la partecipazione a Capo d’Orlando di Andres Neumann che da oltre venticinque anni produce, organizza e distribuisce spettacoli di prestigio nel mondo. Già da giovedì, a Messina, il sindaco Sindoni sarà presente all’evento non solo per difendere questo progetto ma soprattutto per diffonderlo. Il Comune di Capo d’Orlando, tengo a precisare, non è un semplice ospite ma è il motore centrale attorno al quale ruota tutto il sistema. Il centro paladino sarà un punto non solo d’arrivo ma anche di partenza, da dove le persone potranno ripartire con altri sogni e ambizioni. Ringrazio dunque tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questo meraviglioso progetto».

20130520_123618

In rappresentanza del Liceo orlandino “Lucio Piccolo” è poi intervenuto il professore Antonio Smiriglia, non solo in veste di docente ma anche di referente dei ragazzi coprotagonisti del progetto. L’insegnante ha posto l’accento sull’importanza del cammino che questi studenti hanno compiuto e del bagaglio di esperienza che essi si porteranno dietro per tutta la vita, un bagaglio “etico” che già oggi dà i suoi primi frutti.

In conclusione, il sindaco Sindoni ha augurato un buon lavoro a tutti i partecipanti, sottolineando che il momento che Capo d’Orlando si appresta a vivere non è solo un momento di sintesi ma anche di orgoglio per l’intera comunità, con un lavoro che completa un cammino importante di semina. Tre giorni all’insegna della cultura assolutamente da non perdere, dunque, per tutti i cittadini orlandini e del comprensorio messinese.

Al seminario interverranno: Sista Bramini, Camilla Dell’Agnola, Felice Di Lernia, Luciano Marabello, Maria Irene Messina, Andres Neumann, Paolo Pagani, Elena Rosa, Roberta Ricci, Giusi Venuti ed Enzo Sindoni.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close