resizer

Milazzo: funerali G. Tusa, Mons. La Piana “apprezzare sempre di più il dono dell’esistenza”

resizer

Hanno gremito il duomo ed il sagrato, sabato mattina, scorso, i tantissimi amici e semplici conoscenti del giovane Giuseppe Tusa, sottoufficiale della Capitaneria di porto, vittima del tragico incidente avvenuto nel porto di Genova.

Già a migliaia, il giorno prima avevano reso omaggio alla salma giunta da Genova a Milazzo; la bara avvolta dal tricolore (come si vede nella foto) è stata condotta a spalla dal carro funebre alla camera ardente allestita presso la Sala Rotonda del Paladiana,

Immagine

Ad officiare il rito funebre, l’ Arcivescovo di Messina, mons. Calogero La Piana; presenti  il prefetto di Messina, Stefano Trotta, il direttore marittimo della Sicilia orientale, Contrammiraglio, Domenico De Michele, il sindaco, Carmelo Pino e diverse autorità civili e militari.

11

Forte la commozione in tutti i presenti per una tragedia che al momento appare ancora inspiegabile e sulla quale è stato auspicato venga fatta chiarezza. “Il ricordo e i messaggi positivi che Giuseppe ci lascia – ha detto l’Arcivescovo – rimangono dentro noi e la sua testimonianza di vita colma di allegria, vivacità e affetto per la famiglia e per gli amici deve essere un esempio per apprezzare sempre di più il dono dell’esistenza».

A conclusione della funzione, il ricordo di un collega, che ha ripercorso gli inizi della carriera di Giuseppe Tusa, riconoscendogli i tanti meriti umani e professionali.

L’uscita del feretro dalla chiesa è stata accompagnata dagli applausi della folla, mentre dal palco,su cui campeggiava una gigantografia di Giuseppe Tusa, si è levato l’accorato saluto musicale dei dj, che indossavano una t-shirt con la scritta “Giuppy sarai sempre nei nostri cuori”.

IMAG0089

 

Foto: Viviano Panarello

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close