922534_10201175728345252_1937479526_o

C. d’Orlando: pomeriggio all’insegna dell’ambiente con “L’assalto ai beni comuni”

922534_10201175728345252_1937479526_o

Si svolgerà oggi pomeriggio, alle ore 18,00 presso la Sede dell’ACIO in Via Trieste, l’incontro organizzato da Legambiente, ACIO  e Sak-BE dal titolo “ L’Assalto ai Beni Comuni”.

L’evento di carattere culturale ruoterà intorno agli ambiti della legalità e dell’ambiente, dal Ponte sullo Stretto al MUOS, dagli appalti alla privatizzazione dei servizi, di come l’economia di rapina distrugge gli ambienti e impoverisce la società.

Il Dibattito prevede l’apertura dei lavori da parte di Enzo Mammana, Enzo Bontempo e Pierluigi Gammeri, rispettivamente presidenti di ACIO, LEGAMBIENTE e SAK-BE.

L’argomento sarà introdotto da Salvatore Granata  ed interverranno Antonio Mazzeo, Luigi Sturniolo e Giuseppe Lo Bianco.

La presenza dei suddetti renderà, con i loro interventi, di grande interesse e spessore culturale l’intero momento di partecipazione cittadina al dibattito.

Ecco un “Focus” sui giornalisti presenti:

Giuseppe Lo Bianco è un Cronista Giudiziario. Ha scritto alcuni saggi sul rapporto tra mafia e politica, tra cui ”L’Agenda Rossa di Borsellino” (2007), ”Profondo nero” (2008), e ”L’Agenda nera della Seconda Repubblica” (2010), tutti pubblicati da Chiarelettere. Ha lavorato al ”Diario”, al Giornale di Sicilia, e al giornale ”L’Ora” di Palermo, a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta. Dopo la chiusura de ”L’Ora”, è assunto all’ANSA di Palermo dove ha lavorato come capo servizio aggiunto fino a dicembre del 2009. Ha collaborato inoltre con L’Espresso e con Micromega. Oggi scrive per il Fatto Quotidiano.

Antonio Mazzeo, militante ecopacifista ed antimilitarista, ha pubblicato alcuni saggi sui temi della pace e della militarizzazione del territorio, sulla presenza mafiosa in Sicilia e sulle lotte internazionali a difesa dell’ambiente e dei diritti umani. Ha inoltre scritto numerose inchieste sull’interesse suscitato dal Ponte in Cosa Nostra, ricostruendo pure i gravi conflitti d’interesse che hanno caratterizzato l’intero iter progettuale. Con Antonello Mangano, ha pubblicato nel 2006, “Il mostro sullo Stretto. Sette ottimi motivi per non costruire il Ponte” (Edizioni Punto L, Ragusa). Ha pubblicato, nel 2010, “I Padrini del Ponte. Affari di mafia sullo stretto di Messina” (Edizioni Alegre), con una prefazione di Umberto Santino. Infine è stato il primo giornalista Italiano ad approfondire la vicenda del Mobile User Objective System (Muos) di Niscemi.

Luigi Sturniolo, cinquantuno anni, laureato in Beni culturali, bibliotecario presso la Biblioteca Regionale “G. Longo” di Messina. Vive a Nizza di Sicilia (Me), è sposato ed ha due figli, Giulio e Chiara. Ha iniziato la propria militanza politica in quello che venne definito il Movimento del ’77. Partecipò alle lotte contro l’installazione dei missili nucleari a Comiso e alle mobilitazioni contro la guerra degli anni Ottanta e Novanta. Nel 1990 prese parte al Movimento universitario della Pantera. Successivamente fu presente nelle esperienze dei centri sociali autogestiti e, nel 1992, iniziò il proprio percorso nel sindacalismo di base, prima nelle Rdb e poi nei Cobas. Nel 2001 partecipò al Movimento contro l’attraversamento della città di Messina da parte dei Tir e all’avvio dell’esperienza del Messina Social Forum, nell’ambito del quale fu tra gli organizzatori del primo Campeggio contro il Ponte sullo Stretto (2002). Da allora è stato una delle presenze più assidue e conosciute del Rete No Ponte. Di recente ha contribuito alla fondazione del Laboratorio Politico Luogo Comune. Con la casa editrice Terrelibere.org ha curato, nel 2009, la pubblicazione di “Ponte sullo Stretto e mucche da mungere”. Nel 2010 ha scritto, per lo stesso editore, con Antonello Mangano, “La politica dei disastri” (in solo formato elettronico), mentre l’anno successivo ha pubblicato l’ebook “Le ragioni del No Ponte”.

L’appuntamento è quindi fissato per oggi pomeriggio alle ore 18,00 nella Sede Acio di Capo d’Orlando in Via Trieste.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close