ME-Milazzo-Ospedale-Fogliani

Milazzo: tagli in ospedale, chiude la Nefrologia?

ME-Milazzo-Ospedale-Fogliani

Anche la divisione di Nefrologia del “Fogliani” rientra fra quelle che dovranno chiudere, secondo quanto previsto, con proprio decreto, dal piano regionale predisposto dall’Assessorato Regionale alla Sanità. A darne notizia è il primario del reparto, Biagio Ricciardi (nella foto sotto), eletto di recente Presidente della Società Campano – Siciliana di Nefrologia.

È un momento estremamente delicato per la nefrologia siciliana – spiega il dott. Ricciardi – in virtù del piano di rientro si paventa una riduzione drastica delle unità operative”.

Immagine

Nella provincia di Messina, oltre all’unità di Milazzo, dovranno chiudere anche quella di Taormina e dell’ospedale Papardo-Piemonte; rimarrà attivo solo il Policlinico universitario. Ciò, sicuramente, visto il vasto bacino attualmente servito, “è una situazione assurda – commenta il primario Ricciardi – in quanto, la regione Sicilia ha investito molto in tali strutture e adesso un decreto dell’assessorato alla Salute minaccia di mandare in fumo lo scrupoloso e prezioso lavoro di tanti operatori del settore”.

Il reparto di nefrologia della città del Capo, con i suoi dieci posti letto, è troppo piccolo, infatti, è costantemente pieno. Quella di Milazzo è un’unità che da anni cresce, giorno dopo giorno, grazie agli ottimi risultati ottenuti negli interventi ed al servizio offerto nel  reparto.

Per il dott. Ricciardi “è impensabile che in realtà ospedaliere, ove sussistono aree critiche quali rianimazione, coronarica, emodinamica, cardiochirurgia, vengano eliminate le strutture complesse di nefrologia, come è assurdo il mantenimento di una nefrologia ogni 600mila/700mila abitanti; ciò, infatti, significherebbe, che da Tusa a Villafranca si creerebbe un deserto”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close