OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Santo Stefano C.: i sindaci scrivono al Presidente Crocetta – “La SS117 non si tocca”

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
La Santo Stefano di Camastra- Gela, una delle opere ritenute strategiche per l’assetto viario dell’isola, torna a far parlare di se.

Già nello scorso aprile i sindaci dei comuni di Santo Stefano, Mistretta, Nicosia, Leonforte e Piazza Armerina si erano si erano riuniti presso l’aula consiliare della Provincia Regionale di Enna preoccupati da una probabile retromarcia in materia di finanziamenti relativi alla strada Nord-Sud.

Nel corso del suddetto incontro è stato stilato un ordine del giorno, sottoposto poi al consiglio provinciale ennese, nel quale si legge, tra l’altro, di quanto sarebbe grave rimettere in discussione un tale rilevante e strategico intervento proprio in un momento di particolare crisi del settore edile e di un più generale degrado dell’imprenditoria, della occupazione e dell’intero territorio interessato alla realizzazione dell’opera. L’intero territorio interessato- si legge ancora– trova forza nella sua centralità e grazie a ciò si valorizza l’intero apparato produttivo industriale, agricolo e turistico con possibilità di creare una diffusa e innovativa imprenditorialità. E ciò perchè la progressiva trasformazione dell’asse viario di grande viabilità può costituire un elemento di rottura per una situazione socio-economica perlopiù repressa , e certamente penalizzata da un grave isolamento.

Perplessità che si sono trasformate in allarme, dopo le dichiarazioni dell’ Assessore all’Economia, Luca Bianchi, che nei giorni scorsi ha annunciato come sia stato salvaguardato l’impianto della finanziaria regionale per il 2013, in particolare attraverso la conferma del mutuo di 360 milioni di euro, la possibilità di rimodulare il FAS per il trasporto locale e le isole minori nonché, di poter coprire il disavanzo 2012 per i prossimi 3 anni. Si assisterebbe così a una rimodulazione dei fondi FAS, definanziando la SS 117 e destinando in questo modo i fondi ad altri investimenti.

Immediata la replica del Presidente della Provincia Regionale di Enna e dei sindaci dei comuni di Santo Stefano, Mistretta, Nicosia, Leonforte e Piazza Armerina, i quali in una lettera indirizzata al Presidente della Regione, Rosario Crocetta, all’Assessore dell’Economia, Luca Bianchi, e all’Assessore alle Infrastrutture, Antonino Bartolotta, hanno richiesto un immediato incontro per avere i necessari chiarimenti sul mantenimento del totale di 486,9 milioni di euro dei finanziamenti previsti dalla delibera CIPE N.62/2011 del 3 agosto 2011, relativa ai lotti B5 e C1 tra Nicosia nord e Leonforte.

E su questi due lotti fanno particolarmente leva i richiedenti, visto che sono già stati muniti di progetti definitivi, con rispettivi pareri ambientali e urbanistici emessi con decreto da parte dell’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente.

In attesa di una risposta da parte del Presidente Crocetta, non si può che incrociare le dita e sperare che la Santo Stefano-Gela non solo non diventi realmente la storia infinita, ma soprattutto non rimanga un cantiere a cielo aperto con le rispettive conseguenze del caso.

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close