raffaele vitale

Brolo: incontro con Raffaele Vitale, il sindaco anticamorra

raffaele vitale

Il giovane sindaco anticamorra casertano, Raffaele Vitale,  sarà a Brolo in occasione delle manifestazioni per commemorare l’uccisione di Peppino Impastato ed incontrerà studenti e cittadini. Raffele Pareto si è contraddistinto in Campania per una scelta di coraggio pubblica e coraggiosa nei confronti della mafia. Così il primo cittadino di Brolo, Salvo Messina, chiede ai “colleghi” delle istituzioni di accorrere numerosi, per dimostrare che il nostro è un terroritorio che può e deve cambiare.

Abbiamo avuto conferma del suo arrivo – dice Salvo Messina – solo ieri sera, questo spiega l’inoltro dell’invito a poche ore dalla manifestazione, ma credo che tutti comprenderanno – e aggiunge –  quello di Raffaele è stato un gesto coraggioso. Il suo dire di “no” diventa un simbolo e come ha detto il prefetto di Caserta, Carmela Pagano, complimentandosi, è un atto, «che vale più di cento convegni sulla legalità». Quindi stargli vicino diventa una necessità. Esternare solidarietà, anche attraverso gesti concreti, visibili, tangibili, diventa un dovere di tutti. E’ importante che questo sindaco non si senta solo.. perchè Peppino Impastato è morto proprio perchè era rimasto solo. Anche per questo abbiamo sentito l’esigenza di invitarlo a Brolo“.

Questo il testo dell’invito, che Salvo Messina ha inviato agli altri sindaci, ma che ovviamente, è rivolto a tutti i Cittadini.

Cari Colleghi,

e gentilissimi rappresentati delle Istituzioni

Domani a Brolo sarà ospite delle manifestazioni a ricordo di Peppino Impastato, ucciso il 9 maggio di 35 anni fa, il giovane sindaco di Parete, Raffaele Vitale.

Un sindaco anticlan, che nel sua paese in provincia di Caserta, alcuni giorni fa, quando ha visto che la processione in onore di Maria Santissima della Rotonda, patrona del paese, si fermava sotto la casa di un parente del boss Bidognetti, non ha esitato a sfilarsi la fascia tricolore ed andare via. Sarà il valore aggiunto a queste manifestazioni.

L’abbiamo invitato per farlo incontrare con i ragazzi, partecipare al corteo, ma soprattutto per dargli un segno, chiaro e inequivocabile, che non “è solo!”.

Quello di Raffaele è stato un gesto coraggioso che come ha detto il prefetto di Caserta, Carmela Pagano, complimentandosi per un atto, «che vale più di cento convegni sulla legalità».

Stare vicino a chi si oppone, al pari di chi denuncia, diventa quindi una necessità.

Esternare solidarietà, anche attraverso gesti concreti, visibili, tangibili, diventa un dovere.

Quindi con la presente, solo ieri abbiamo avuto la conferma ufficiale del suo arrivo,  mi pregio inviarVi a partecipare a questa mattinata d’impegno.

Perché giunga forte e chiaro l’impegno e la denuncia contro la mafia e la camorra, il nostro senso della legalità la voglia del diritto… perchè questo sindaco non si senta solo.. perchè Peppino Impastato è morto proprio perchè era rimasto solo”.

Il programma per giorno 9 maggio – giovedì – si articolerà in più momenti:

ore 9, in piazza Verdi, preparazione corteo e striscione, piantumazione simbolica di piante di agrumi

ore 10,30,  inizio corteo fino al monumento di Peppino Impastato sul lungomare con flash mob

ore 11,30, sala multimediale “Rita Atria” incontro tra i ragazzi delle scuole e delle associazioni.

Confidando nella Vostra presenza, cordialmente si saluta.

Il sindaco Salvo Messina

La nota è stata inviata anche agli onorevoli Grasso, Germanà e Laccoto, ai Presidenti dell’Acib, dell’Acio e dell Aciap, al Comandante della Stazione dei Carabinieri di Brolo ed ai Comandanti: Tenenza Guardia Finanza Capo d’Orlando,  Compagnia Carabinieri Patti, Commissariato Capo d’Orlando.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close