upea

C. d’Orlando: l’Upea, sconfitta per 74-70 dalla capolista Pistoia, esce a testa alta dal PalaCarrara

upeaNonostante l’assenza imprevista di Marco Portannese a causa di un problema alla caviglia, l’Upea di coach Pozzecco dà del filo da torcere alla capolista Pistoia, che conquista la vittoria nel finale di una dura battaglia. I paladini escono a testa alta dal PalaCarrara, tentando fino alla fine, nonostante sia ormai matematicamente impossibile raggiungere i playoff, a conquistare i due punti, onorando i colori che indossano, ma l’organico decimato dalle numerose defezioni penalizza inevitabilmente i bianco-blu.

Il primo canestro del match è di Young, con l’Upea ad allungare subito sul 4-0, Toppo trova il pareggio a quota 6, i paladini vanno nuovamente avanti di 4 lunghezze, ma i padroni di casa sono sempre lì a ricucire le distanze e la nuova parità arriva a quota 13 con la tripla di Cortese. Troppi tiri liberi sbagliati dai paladini tengono i toscani attaccati, l’ex Upea Rullo segna il -1, ma Mathis chiude il quarto sul 15-18 in favore degli ospiti.

In avvio secondo quarto i bianco-blu sembrano nervosi, Pistoia, guidata da Borra, realizza un break di 7-0 (23-18). Nessuna delle due squadre è disposta a mollare, l’Upea inizia a difendere decentemente e il pareggio trovato con la tripla di Huff è subito vanificato dalla replica di Cortese per il 28-25. La gara è molto equilibrata, il nuovo sorpasso Upea è firmato Palermo, Hicks riporta i suoi col naso avanti, Huff tenta di tenere i suoi a galla, ma i toscani realizzano un parzialino di 8-0 andando negli spogliatoi in vantaggio sul 39-32.

Al rientro dall’intervallo lungo Pistoia allunga con Hicks e Graves fino al +11 (43-32), ma poi cala incredibilmente di ritmo, non riuscendo più ad imporre il suo gioco. L’Upea ne approfitta, capitan Benevelli, per ben tre volte dalla sua mattonella, ricuce il divario andando nuovamente sul -1 (43-42), Hicks cerca di riallungare le distanze, ma Graves e Rullo regalano troppe palle agli ospiti, consentendo a Benevelli di farla ancora da padrone e a Young di riportare tutto in parità a quota 48. Il nuovo arrivato in casa Pistoia Fajardo prova a dire la sua, ma l’Upea è sempre lì, Poletti e Young chiudono il parziale in perfetta parità (52-52).

L’ultimo quarto si apre nel segno di Alex Young, Benevelli realizza il massimo vantaggio Upea (54-63), Toppo e Cortese però riaccorciano e Pistoia è nuovamente -3 (61-64) quando mancano 4 minuti alla fine. Benevelli e Mathis realizzano un nuovo contro-parziale di 4-0 e l’Upea è ancora avanti di 7 lunghezze. Ci pensa Graves a caricarsi i suoi sulle spalle realizzando un gioco da tre punti e arriva anche, tra i rimproveri di coach Pozzecco, il terzo fallo di Benevelli, che costa una caduta di nervi ai paladini ed un nuovo vantaggio pistoiese a due minuti dalla fine. Mathis fa 2/2 ai liberi, è di nuovo parità ad un minuto dalla fine, ma la palla persa da Poletti consente a Cortese di rimettere il naso avanti sul 72-70 a 40” dalla fine. Il tentativo di Huff in faccia a Meini si infrange sul ferro e il fallo sistematico permette a Meini di chiudere la gara dai liberi sul 74-70.

Tesi Group Pistoia – Upea Orlandina Basket 74-70 (15-18; 39-32; 52-52)
Pistoia: Meini 3, Toppo 10, Hicks 17, Cortese 15, Graves 13, Fajardo 4, Galanda, Saccaggi 2, Borra 6, Rullo 2, Caroli e Grillini n.e. Coach: Paolo Moretti
Orlandina: Young 21, Poletti 7, Benevelli 19, Palermo 4, Mathis 6, Pellegrino, Huff 13, Vignali, Portannese, Micale, De Lise e Bontempo n.e. Coach: Gianmarco Pozzecco.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close