milazzoraffineria2

Milazzo: 50enne denuncia la Raffineria, centinaia di cittadini adottano stessa strategia

milazzoraffineria2

E’ la prima volta che si verifica una cosa del genere dopo anni ed anni di funzionamento dell’imponente raffineria. Il Signor Fortunato Currò, 50 anni, si è rivolto ai giudici per denunciare la Raffineria di proprietà dell’Eni e della Kuwait Petroleum Italia a causa delle esalazioni che negli ultimi anni hanno invaso la città.

«Siamo stanchi di doverci chiudere in casa – spiega Currò – per sfuggire agli odori nauseabondi emanati dalla fabbrica». Attraverso suoi legali il signor  Currò chiede, in sede civile, un risarcimento dei danni, patrimoniali e non, per un importo pari a 250 mila euro.

«Non chiedo solo il risarcimento del danno – precisa Currò – ma, soprattutto, un’azione inibitoria che faccia cessare questa situazione ormai insopportabile che minaccia il diritto alla salute: chi subisce questo stato di cose, non deve necessariamente accusare una patologia conclamata e accertata da un certificato medico o da una cartella clinica. Gli odori condizionano la vita di ognuno, sia in termini relazionali che di godimento della proprietà privata».

Dopo l’azione di Currò centinaia di cittadini stanno adottando la stessa strategia.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close