lab analisi

Palermo: sciopero ad oltranza da oggi per i laboratori siciliani

 lab analisi

Da questa mattina sciopero ad oltranza. Lo hanno deciso i dipendenti dei laboratori di analisi siciliani, per protestare contro il taglio di circa 140 milioni di euro, che graverà su oltre 600 strutture convenzionate con la Regione che erogano le prestazioni sanitarie più diffuse.

Saracinesche abbassate, a partire da oggi e fino al prossimo 30 aprile, data ultima per l’approvazione dei documenti contabili da parte dell’Ars. Dopo quel giorno, a detta dei sindacati, se il Parlamento siciliano dovesse confermare i tagli, i laboratori potrebbero decidere di uscire dal sistema di accreditamento con conseguenze economiche non indifferenti per le tasche dei cittadinni

“La richiesta del Governo ai laboratori di analisi potrebbe mettere a rischio l’occupazione nel settore, che conta oltre 5mila addetti– dichiara la Filcams Cgil -.

Chiediamo all’assessore alla Salute – prosegue Andrea Gattuso, della Filcams Sicilia- un incontro urgente per avere garanzie sul mantenimento dei livelli occupazionali”.

I tagli oggetto della protesta graverebbero sul tariffario che fissa il costo delle analisi, poi rimborsate dalla Regione. Il ridimensionamento dei rimborsi era stato già introdotto sei anni fa ma subito impugnato dai laboratori. Dopo la decisione del Tar, che ha dato ragione alla Regione, ora l’Ars batte cassa.

Da stamane quindi, chi avrà bisogno di effettuare un’analisi di qualunque tipo (pure un emocromo), dovrà rivolgersi  alle strutture pubbliche (ticket, liste d’attesa, code, ecc.). Nella provincia di Messina, i laboratori d’analisi sono un centinaio: tutti sul piede di guerra, così come le altre strutture siciliane.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close