Palermo: presentati 17 emendamenti a sostegno di famiglie, disabili, comuni e forestali

Bernadette-Grasso
“Grande Sud ha presentato 17 emendamenti ad un bilancio e ad una finanziaria che denotano le gravi disattenzioni del Governo regionale nei confronti delle municipalità, delle famiglie e delle categorie lavorative in difficoltà”. Così il presidente del gruppo parlamentare di Grande Sud all’Ars, Bernardette Grasso.

“Sui bilanci dei comuni siciliani gravano spese che mettono a serio rischio la stabilità finanziaria – spiega il Presidente del gruppo parlamentare Bernadette Grasso-. Difficoltà economiche che spesso vanno a ricadere anche sui bilanci delle famiglie.

A tal proposito la deputazione arancione ha studiato e presentato emendamenti a sostegno delle famiglie e delle categorie disabili. Il diritto allo studio deve essere tutelato senza gravare sui bilanci familiari: abbiamo proposto, in tal senso, l’aumento a 20 mln di euro del fondo previsto per garantire così la copertura del 100% dei rimborsi per le spese di trasporto extra urbano per gli studenti pendolari. Inoltre abbiamo chiesto l’istituzione del capitolo relativo ai rimborsi delle spese sostenute dalle persone disabili per l’abbattimento delle barriere architettoniche, rimborsi che da quattro anni a questa parte vengono negati dalla Regione”.

“A sostegno delle amministrazioni comunali abbiamo chiesto – spiega ancora la Grasso – lo stanziamento di 23mln e 800 mila euro per i comuni che hanno già avviato le procedure di stabilizzazione dei lavoratori precari operanti all’interno degli stessi, di 13 mln e 500mila per il rimborso IVA per i servizi non commerciali e 20 mln di euro da destinare alle premialità per i comuni virtuosi”.

“Chiederemo infine, un atto concreto da parte della Regione a sostegno dei lavoratori forestali e una razionalizzazione delle loro funzioni già prevista da un emendamento a mia firma, chiesto a gran voce da molti sindaci e approvato in commissione, che consente il loro utilizzo all’interno dei comuni al fine di prevenire i dissesti idrogeologici.

Inoltre – conclude – chiediamo che venga aumentata di 25 milioni di euro, per un totale di 175 milioni, la somma prevista per l’anno 2013 destinata ai forestali al fine di garantire le giornate lavorative dell’anno precedente”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close