mistretta2

Mistretta: indescrivibile la gioia di tutta la comunità mistrettese per il ritrovamento della piccola Naomi.

mistretta2
“Non vogliamo passare per eroi, abbiamo solo fatto quello che ci sentivamo di fare”, queste le parole dei cittadini che volontariamente hanno offerto il loro contributo in questa triste vicenda, fortunatamente conclusasi con un lieto fine, e che questa mattina hanno ritrovato la piccola seduta in mezzo alle sterpaglie ad alcuni Km di distanza da dove domenica pomeriggio era scomparsa.

Con infinita commozione hanno raccontato come è avvenuto il ritrovamento. Questa mattina dovevamo andare a lavoro, ma ci siamo sentiti di dare una mano d’aiuto e metterci anche noi alla ricerca di Naomi. Quando ci siamo avvicinati nel luogo dove abbiamo poi ritrovato la piccola, sentivamo una vocina e tutti siamo scappati a desta e a manca per cercare di individuare da dove potesse provenire quella voce. Il momento più bello è stato senza dubbio quando l’abbiamo presa in braccio e siamo scoppiati in un pianto di gioia indescrivibile.

Di sicuro però non sono mancati i momenti di profondo sconforto durante le ricerche, ci racconta ancora un volontario che per tutta la notte ha dato il proprio contributo ai soccorritori e che stamattina è stato il primo a individuare la bambina. Tante le voci che ci giungevano mentre eravamo alla ricerca, e non è mancato di pensare- racconta ancora- che si potesse trattare di un rapimento.

mistretta1

Ora Mistretta gioisce per il lieto fine. Ma i dubbi e gli interrogativi rimangono. Tante del resto le discordanze, tra chi afferma che la bambina quasi sicuramente si sia allontanata involontariamente e abbia così perso l’orientamento, e chi invece sostiene che sia stato alquanto improbabile che si potesse allontanare da sola in una zona poco praticabile da una bambina di 23 mesi. I dubbi sorgono anche per il fatto che le unità cinofile non hanno avvistato alcuna traccia della bambina in tutta l’area circostante, setacciata a millimetro. Sono stati infatti comuni cittadini a ritrovare Naomi, che secondo i primi testimoni era solo infreddolita, ma non particolarmente spaventata e provata da una notte trascorsa da sola in aperta campagna.

Sono già in atto, da questa mattina, le indagini da parte della compagnia dei carbinieri di Mistretta. Sono già stati sentiti i parenti, coloro che hanno preso parte alle ricerche e soprattutto coloro che questa mattina hanno reso possibile il ritrovamento della bambina.

Dall’Ospedale di Mistretta Noemi è stata trasportata a quello di Sant’Agata di Militello, ma per semplici controlli del caso, in quanto assente nella struttura mistrettese lo specialista pediatrico.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close