lavori lungomare_pp

C. d’Orlando: lungomare ristretto, addio parcheggi blu per il tratto rifatto, no al senso unico

lavori lungomare_pp
Hanno destato non poche perplessità i lavori che stanno interessando il tratto di Lungomare Andrea Doria compreso dal Faro sino alla terrazza nei pressi dell’incrocio con la Via del Fanciullo. Una fioriera sembra delimiterà la pista ciclabile restringendo di fatto la carreggiata in maniera definitiva. Il vice sindaco e assessore Aldo Sergio Leggio ha fatto intendere che, cono ogni probabilità, verranno eliminati i parcheggi lato monte a strisce blu in quel tratto di lungomare. Questo per scongiurare le voci di un possibile senso unico di circolazione sulla litoranea.

In effetti la fioriera è posta all’altezza degli stalli che normalmente delimitano la lunga pista ciclabile che si conclude alla fine del Lungomare “Ligabue”, ma con il manufatto realizzato in muratura adesso il perimetro diventa fisso e leggermente più invasivo all’interno della carreggiata riservata al transito veicolare.

lavori lungomare 01

I lavori di riqualificazione del lungomare procedono a ritmo serrato e l’amministrazione spera che si possano concludere entro il mese di Giugno prossimo, a ridosso della stagione estiva. Ma qualche altro problema si è presentato durante il loro svolgimento. In direzione ME/PA, subito dopo la zona interessata dai lavori, sempre nella terrazza difronte al bar Klaxon, la mareggiata ha provocato il crollo di parte del marciapiede (foto in alto). La questione diventa preoccupante se pensiamo che proprio quel tratto di spiaggia è sempre stato il più ampio rispetto all’intero litorale. A quanto pare anche lì l’erosione ha compiuto il suo percorso con l’aggravante che per realizzare i lavori di riqualificazione è stato necessario porre un imponente muro a palancole che ha invaso la spiaggia riducendola ancora di più.

lavori lungomare 02

 

Sarà comunque un lungomare d’impatto quello che accoglierà i turisti questa estate anche se a tratti. Purtroppo la sua caratteristica sta diventando una illogica non uniformità, caratterizzata da spazi ampi che improvvisamente si restringono e da una pista ciclabile in parte delimitata con fioriere in muratura in altre, anzi per la stragrande maggioranza della sua lunghezza, con dossi artificiali anche poco sicuri.

Non è questione di non essere mai contenti, consapevoli del fatto che la coperta è questa! Se si vuole allargare il marciapiede bisogna per forza restringere la carreggiata. Speriamo che il futuro possa riservare quanto meno una certa linearità ad un lungomare con sempre meno personalità ma con caratteristiche “variabili”.

 

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close